domenica | 14 Aprile | 2024

ultimi articoli

Arte e buon cibo, per mare. L’esperienza di viaggio a Palermo per broker di yacht di lusso

Un contest gastronomico a base di cocktail e finger food a bordo di charter di yacht di lusso, barche a vela e catamarani. Sette cuochi di bordo in gara e broker internazionali come giurati. L’iniziativa, che si è svolta al porto Marina di Villa Igiea a Palermo, è stata organizzata dalla società Yacth Managemente BR1 limited di Malta e da West Coast International, società di noleggio di yacht di lusso riconosciuta a livello mondiale.

Sul podio, primo classificato a bordo di Sailing Yacht My Lotty ci sono chef Stefania Tagliavia e hostess Dominique Paul con il finger foglia di salvia fritta, gambero rosso e cucuncio. Al secondo posto Sailing Yacht Tess con lo chef Giovanni Romano insieme allo Steward/Deckhand Francesco Busalacchi. Terzo posto per Yacht Soulmate con lo chef Eduard Alcantara e con l’hostess Irina Ivaneanu con una parmentier con gambero rosso di Mazara, emulsione con le teste del gambero, olio all’erba cipollina servita con una focaccia al rosmarino e una mousse bianca al cappero.

Sette in totale le barche, tante quanti gli chef: My lotty con Stefania Tagliavia, Tess con Giovanni Romano, Soulmate con Eduard Lora Alcantara, Blue Destiny con Martina La Lumia, Malizia con Laura Guarneri, Didymos con Massimiliano Provenzano, Aria con Irene Pezzer. Per i broker è stata un’esperienza divertente per conoscere l’equipaggio e i servizi offerti e gestiti dalla BR1. Un’occasione per conoscere anche Palermo e le sue bellezze. 

Nel corso delle giornate a loro riservate è stata anche allestita una mostra di artisti a bordo delle sette barche intitolata YAG Island Tales. “Abbiamo deciso di creare un focus sulla Sicilia, l’isola al centro del Mare Nostrum, in cui tutte le bellezze e le contraddizioni di questo spazio, geografico e mentale, si incontrano e mescolano. Ecco allora che le opere esposte a bordo saranno una selezione di alcuni dei più grandi artisti siciliani di oggi. Sono artisti di generazioni differenti e che utilizzano i più vari linguaggi artistici. Non tutti loro sono nati in Sicilia, e anche questo dimostra come l’isola sia ancora un grande centro internazionale di sperimentazione per l’arte”, dice il curatore della mostra.

Le barche diventano così un laboratorio espositivo, al cui interno quadri e sculture di medie e piccole dimensioni sono allestite negli spazi comuni e nelle cabine. Una galleria d’arte itinerante, in grado di farsi vento e corrente, per una intera estate attorno al Mediterraneo. Con il sogno, per la sua seconda edizione nel 2024, di approdare a Venezia nei giorni della Biennale di arte contemporanea. Buon vento e buon cibo faranno compagnia, per una esperienza da ricordare.

Se questo contenuto ti è piaciuto, segui il nostro blog o i nostri canali social: FacebookInstagram

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img