sabato | 25 Maggio | 2024

ultimi articoli

Fudda, a Catania, il festival delle intersezioni

Liberarsi dalla competizione per cooperare, imparare reciprocamente e incontrarsi: questo lo scopo di fudda, il festival delle intersezioni alla sua prima edizione. 

Una ricerca portata avanti con il sostegno de l’École supérieure d’art de Clermont Métropole (ESACM), il motore d’avvio di una macchina che in poco tempo ha messo a sistema luoghi e persone per attivare pratiche collettive nel territorio.

“Sono tornato a Catania da circa un anno e mezzo, dopo aver finito un ciclo di ricerca all’estero incentrato sulle pratiche collettive” – dichiara enrico floriddia, coordinatore di Fudda e lavoratore dell’arte- “Fudda è anche il lavoro di fine ciclo di questa mia ricerca, un festival di forme di aggregazione su più livelli di partecipazione: dai workshop ai talk, dalle performance ai concerti, per concludere il tutto con una grande pic nic collettivo in riva al mare”.

Fudda propone quindi degli strumenti di collaborazione e di cooperazione per mettere in comune, conoscere, discutere e far fruire conoscenze e capacità tra gruppi di persone.

Sono tanti i luoghi e le realtà del territorio etneo che hanno accolto Fudda: Fondazione Brodbeck, Spazio Oscena, Salmastra, Trame di Quartiere, White Garage, Zō Centro Culture Contemporanee, Vastasa, viaraffineria, Legatoria Prampolini, Avaja, Balloon project, IUNTA, Maglia festa.

Ad anticipare il festival due workshop, curati da Irene Angenica e Claudia Gangemi, che hanno avuto luogo tra luglio e settembre, e una presentazione ufficiale programmata per il 15 settembre alla Legatoria Prampolini, dove si racconterà e condividerà l’intero programma in dettaglio.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img