spot_img
venerdì | 23 Febbraio | 2024

ultimi articoli

FAI Palermo e le nuove acquisizioni del Museo del Costume: prima e dopo il Liberty

Appuntamento imperdibile questo fine settimana con le visite guidate promosse dalla Delegazione FAI Palermo, insieme al Gruppo FAI Giovani, per ammirare gli splenditi abiti e le nuove acquisizioni del Museo del Costume raccontati direttamente dal Professore Raffaello Piraino, ex docente di Storia del Costume dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo. 

Le visite si svolgeranno presso la sede della Casa Museo in via Dell’Università 54 a Palermo ai seguenti orari:  

  • Sabato 20 gennaio (2 turni): 16:30 / 18:00. 
  • Domenica 21 gennaio(4 turni): 11:00 – 12:00 – 16:30 – 18:00. 

Contributo a partire da 6€ per gli iscritti FAI e 8€ per i non iscritti FAI. 

Possibilità di iscriversi al Fondo Ambiente Italiano e rinnovare in loco la tessera. 

Per prenotare cliccare al seguente link:  

https://faiprenotazioni.fondoambiente.it/evento/prima-e-dopo-il-liberty-le-nuove-acquisizioni-del-museo-del-costume-18755

Dettagli sulla mostra 

Lo stile liberty attraversa oggi un momento di grande curiosità e interesse grazie a diversi eventi e iniziative culturali dedicate al movimento che tanto influenzò lo stile di vita della società palermitana agli inizi del Novecento, rendendo il capoluogo palermitano una delle capitali europee più importanti nel campo dell’architettura, delle arti decorative e della moda. 

Gli abiti esposti in occasione delle visite del FAI confermano la vocazione della Casa Museo Raffaello Piraino, ovvero quella di essere un punto di riferimento per la storia del costume in Sicilia. L’allestimento della mostra promossa dalla Delegazione FAI Palermo propone un excursus nella moda suddiviso in due parti: prima del liberty, e quindi gli anni ’70, ’80 e ’90 dell’Ottocento, e dopo il liberty, con un focus sugli anni immediatamente successivi alla Seconda Guerra Mondiale. Il progetto espositivo mira ad analizzare, attraverso alcuni dei pezzi più pregiati della collezione, come le più importanti case sartoriali palermitane abbiano assorbito stilemi e dettami provenienti dall’Europa e li abbiamo trasformati in prodotti di grande artigianalità ed eleganza, segnando le direzioni della moda, prima e dopo il periodo liberty. 

Il terzo nucleo della mostra, quello centrale, è allestito invece all’interno di Palazzo Sant’Elia per la grande mostra “The Golden Age. Palermo Liberty” e include anche un abito appartenuto alla leggendaria Franca Florio. L’ideale connessione tra i due luoghi rappresenta un’occasione unica per avere uno sguardo generale su un periodo storico indimenticabile per la città di Palermo. 

Un viaggio nel tempo impreziosito dall’eterogeneità e dall’eclettismo della Casa Museo, realtà unica nel suo genere, che contempla anche esempi mirabili di pittura, scultura, archeologia, arti decorative e applicate di varie epoche. 

Condividi questo articolo sui tuoi social...

Latest Posts

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img