sabato | 20 Aprile | 2024

ultimi articoli

Barbie compie 65 anni: simbolo delle donne che realizzano il loro sogno

Il 9 marzo del 1959 nasceva la prima Barbie. Barbara Millicent Roberts, questo il suo nome completo. Un giocattolo che ha un valore molto più profondo di tanti altri. Per anni ha nutrito e ancora oggi nutre i sogni delle bambine, insegnando loro a credere nei loro obiettivi e a non perdere mai la speranza. L’idea si deve a Ruth Handler, moglie di Elliot, fondatore della Mattel, che ha dato vita a questa icona senza tempo. Colpita dal fatto che sua figlia preferisse giocare con le immagini delle attrici ritagliate dalle riviste anziché con le classiche bambole, ebbe un’intuizione rivoluzionaria.

Storia della Barbie, icona del femminismo 

In un’epoca in cui le bambine erano spesso limitate a giocare a fare la mamma, Ruth Handler decise di rompere gli schemi introducendo una bambola dal corpo di donna con cui potessero identificarsi e giocare, immaginando il loro futuro. Una figura moderna, senza barriere.

Inizialmente l’idea non venne presa molto il considerazione, anche la creatrice stessa era dubbiosa in merito al successo che avrebbe potuto avere. Dopo aver visto nel 1956 la “Lilli”, una bambola dalle caratteristiche simili tratta dai fumetti di Reinhard Beuthien, in un negozio svizzero, però si convinse. Fu un momento di svolta che segnò l’inizio di un’epoca: il 9 marzo 1959, Barbie prendeva vita. Il suo corpo sinuoso e il make-up all’avanguardia rappresentavano una rivoluzione nel mondo dei giocattoli.

Ma Barbie era più di una semplice bambola. Era un’ambasciatrice delle mode e degli ideali dei tempi in cui viveva. I suoi abiti, le sue amicizie e le sue proprietà cambiavano con il passare degli anni, riflettendo la società in evoluzione. Nel 1976, fu persino inclusa in una “Capsula del Tempo” insieme ad altri oggetti simbolo dell’epoca, destinata ad essere aperta nel 2076 per far conoscere alle future generazione la vita dei loro predecessori.

IMG 0305 - Be Sicily Mag
Barbie compie 65 anni: simbolo delle donne che realizzano il loro sogno 2

Nel corso degli anni le Barbie sono diventate sempre di più simbolo di inclusività. Ad esempio, le Barbie della collezione Dotw che raffigurano donne di diverse etnie con indosso i loro abiti tradizionali; o ancora le Barbie Momoko interamente dedicate alla cultura giapponese; un altro esempio solo le Barbie della linea Fashionistas che comprendono Barbie curvy, con la vitiligine, con la sindrome Down e tante altre affinché ogni donna si possa sentire rappresentata. Ancora oggi purtroppo non abbiamo una Barbie che rappresenti la nostra terra, la Sicilia, ma questo non deve toglierci la speranza che la realizzino in futuro.

Barbie tra critiche e complimenti 

Nonostante ciò, Barbie non è stata immune alle critiche. È stata accusata di promuovere un’ideale di bellezza irrealistico, di enfatizzare il consumismo apparendo a tutti i costi perfetta e impeccabile. Queste polemiche spesso hanno sottovalutato però il potere della fantasia e la capacità dei bambini di discernere tra realtà e immaginazione. Barbie ha infranto gli stereotipi di genere, introducendo bambine a ruoli e professioni al di là delle tradizionali aspettative sociali. È stata una pioniera nell’empowerment femminile, ispirando generazioni di ragazze a immaginare un futuro in cui il loro potenziale è illimitato.

Il fenomeno “Barbie mania”: come ha cambiato il mondo

Soprattutto nell’ultimo anno, dopo l’uscita del film “Barbie” di Greta Gerwing (2023), in onore dei 65 anni dalla nascita dell’iconica bambola, che vede come protagonisti Margot Robbie nella veste di Barbie stereotipo e Ryan Gosling nella veste di Ken, è stato rinnovato l’interesse verso questa figura. Il film ha riscontrato un fortissimo successo, registrando il record di incassi nel 2023 e candidato agli oscar. Tutto questo successo ha portato alla nascita del fenomeno della “barbie mania”, tutti pazzi per barbie, che si estende nella cultura popolare: influenza la moda, la musica, l’industria culinaria e turistica, rappresentando un fenomeno culturale che va oltre il semplice giocattolo, trasformando Barbie in un’icona globale amata e celebrata da milioni di persone in tutto il mondo.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img