domenica | 14 Aprile | 2024

ultimi articoli

Ortigia traina il turismo di Siracusa: boom di pernottamenti ma stop a licenze commerciali

A Siracusa e in particolare a Ortigia è boom di turisti: bloccate le aperture di bar, pub, ristoranti e pizzerie.

L’isola di Ortigia e in generale Siracusa sono tra le mete più ricercate e visitate d’Italia. Il “boom” di turisti negli ultimi anni è stato netto. Nei periodi caldi del 2023 c’è stato un amento del 78% dei visitatori stranieri e del 37% in generale. È anche per questo motivo che la città è protagonista dell’ultima tappa del Viaggio on the road della scrittrice Simonetta Agnello Hornby e del fumettista e illustratore Massimo Fenati, autore del graphic novel de La Mennulara. Il programma, realizzato da Pesci Combattenti, andrà in onda su Rai Cultura questa sera alle 22.40.

A Siracusa superato il milione di pernottamenti nel 2023

In base al numero delle presenze registrate nel 2023 è stato calcolato che la città di Siracusa ha superato per la prima volta nella storia turistica il milione di pernottamenti (tra italiani e stranieri). Un elemento sicuramente positivo per l’economia siracusana (sofferente da altri punti di vista) oltre che di soddisfazione per l’intero comparto turistico.

Ciò tuttavia rappresenta anche una importante sfida, come sottolinea il presidente di Noi albergatori, Giuseppe Rosano. “Il Comune dovrà dimostrare di saper gestire. I numeri dicono che per Siracusa è un ottimo momento dato che siamo vicinissimi a Taormina e che le visite degli stranieri hanno superato numericamente quelle degli italiani. Tuttavia la prossima sfida è legata alla valorizzazione del potenziale del nostro territorio. Bisogna essere preparati nell’affrontare le criticità e nel saper dare il massimo al visitatore. Al resto ci penserà la bellezza della nostra città”.

Ortigia fa i conti col boom del turismo: i cambiamenti

Una naturale conseguenza del boom del turismo a Siracusa è il fatto che le attività alberghiere e quelle legate alla ristorazione abbiano tratto da tutto ciò dei grossi benefici. Ma il rovescio della medaglia, soprattutto per il centro storico, è rappresentato dal rischio di un’eccessiva concentrazione delle attività legate al “food” and “beverage”, con tutta una serie di conseguenze negative che potrebbero derivarne.

È proprio per questo motivo che la “moratoria” per il rilascio delle licenze commerciali in Ortigia, in particolare per ciò che concerne l’apertura di bar, pub, ristoranti e pizzerie, è ormai cosa certa. Per i prossimi tre anni, dunque, non potranno esservi nuove richieste se non nelle altre zone della città aretusea, come quella alta, che pian piano sta diventando il nuovo centro economico della città, e l’area della Borgata. 

In crescita l’intera Sicilia

Numeri legati al turismo in crescita rispetto al recente passato, confrontando i dati di booking.com e quelli forniti da Confcommercio, non riguardano ad ogni modo solo Siracusa. Oltre ad Agrigento e Palermo, dati positivi anche per altri comuni della provincia aretusea. A partire da Avola, anch’essa oggetto di un vero e proprio “assalto” dei turisti, soprattutto d’estate, così come per la capitale del “barocco” Noto. A queste si aggiungono Pachino e Marzamemi, mete sempre più valorizzate. La stessa Palazzolo Acreide, nel 2023, ha recitato un ruolo importante con la sua offerta sempre più ricca legata all’enogastronomia, senza dimenticare il numero dei pernottamenti in crescita che stanno caratterizzando le aree di Brucoli

Fa ben sperare per il futuro, più in generale, anche il dato annuo relativo al 2023 in Sicilia, con un totale di 16 milioni e 500 mila presenze per un incremento di quasi l’11 percento rispetto al 2022. Numeri interessati e da analizzare che sono stati resi noti, di recente, alla “Bit” di Milano. Me nell’isola si punta soprattutto alla destagionalizzazione dei flussi turistici. Elemento, questo, su cui nel siracusano si prova a lavorare da tempo: bisogna infatti considerare che le caratteristiche del nostro territorio hanno in tal senso molto da dire, a patto che ci si impegni a migliorare sempre più l’attuale offerta turistica.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img