martedì | 28 Maggio | 2024
Zaira Conigliaro
Zaira Conigliaro
Ha 20 anni e studia Scienze della comunicazione con indirizzo Cultura Visuale, ha un debole per l’arte, la moda e il cinema. Da marzo scrive con passione per Be Sicily Mag, sognando una carriera nel giornalismo. Determinata e creativa, cerca costantemente di migliorare le sue abilità, trasmettendo emozioni attraverso le sue parole.

ultimi articoli

Giornata mondiale del Libro, ecco 5 librerie in Sicilia che forse non conoscevi

Le librerie in Sicilia da visitare in occasione della Giornata mondiale del Libro: 5 chicche da non perdere, da Palermo a Siracusa

Zaira Conigliaro
Zaira Conigliaro
Ha 20 anni e studia Scienze della comunicazione con indirizzo Cultura Visuale, ha un debole per l’arte, la moda e il cinema. Da marzo scrive con passione per Be Sicily Mag, sognando una carriera nel giornalismo. Determinata e creativa, cerca costantemente di migliorare le sue abilità, trasmettendo emozioni attraverso le sue parole.

In un’epoca in cui il mondo è costantemente connesso e travolto da un flusso incessante di informazioni digitali, la Giornata Mondiale della libro invita a ritornare alla radice fondamentale della conoscenza e dell’umanità: la lettura. La ricorrenza cade ogni 23 aprile, rendendo omaggio in tutto il mondo alla ricchezza della diversità letteraria e all’importanza della cultura scritta. Anche in Sicilia non mancano i modi e, soprattutto, i luoghi, per celebrarla.

Librerie in Sicilia: luoghi da scoprire

Le librerie in Sicilia e non sono solo spazi magici dove gli appassionati possono trovare un rifugio e un tesoro di storie da scoprire. Non solo luoghi in cui si acquistano libri, ma veri e propri centri culturali in tutte le loro sfaccettature. Ognuna porta con sé uno stile unico: dalla più antica alla più moderna, dalle indipendenti a quelle appartenenti a grandi catene. Per l’occasione, ne abbiamo scelte cinque nell’Isola che forse non conoscevate, ma che meritano di essere visitate.

Libreria Vicolo Stretto a Catania

Nel cuore di Catania, in Via Santa Filomena, sorge la Libreria Vicolo Stretto. È stata fondata nel 2011 da due giovani donne, Maria Carmela e Angelica, desiderose di diffondere la cultura. È divenuta nota perché, come dice il nome stesso, è microscopica. Nonostante le dimensioni ridotte, l’ambiente offre un’atmosfera affascinante e accogliente. Qui, i libri, accuratamente selezionati, sono protagonisti di presentazioni serali, offrendo un’alternativa unica alle ultime uscite delle grandi catene.

La stanza di carta a Palermo

Pietro Onorato gestisce a Palermo, vicino ai Quattro Canti, una libreria unica. In soli 19 mq, il negozio si estende per sei metri e mezzo in altezza, con scaffalature del 1920 che ricoprono le pareti. Caratterizzata da una varietà di libri di modernariato, la libreria offre anche spazi segreti con nicchie tematiche. Il nome “La Stanza di Carta” sottolinea l’importanza del libro cartaceo e dei sensi che esso coinvolge.

Casa del Libro di Rosario Mascali a Siracusa 

La Casa del Libro di Rosario Mascali, aperta nel marzo del lontano 1930 a Siracusa, è un’icona culturale. Fondata come “Deposito delle Pubblicazioni di Stato”, è diventata un centro di dibattito e apprendimento. Gestita ora dalla nipote Marilia Di Giovanni, continua a promuovere la cultura con iniziative varie e un negozio online. Nel 2018 è stata riconosciuta come patrimonio culturale.

Bonanzinga, la libreria blu a Messina

A Messina, dal 1969, c’è una biblioteca completamente blu. Si chiama Bonanzinga, dal cognome della famiglia di Daniela, che ormai da decenni se ne occupa con cura e attenzione. Nel 2010 la libreria ha vinto il premio della Scuola Librai Umberto e Elisabetta Mauri. Non è un caso che i proprietari abbiano deciso di pitturare ogni scaffale di blu, dato che è un colore che ispira calma e serenità.

Libreria a cielo aperto a Palermo

Infine, la biblioteca-libreria “a cielo aperto” di Pietro Tramonte, pensionato di Palermo, che ha avviato una iniziativa attraverso cui i libri usati ricevono una nuova vita. Con oltre 50mila volumi raccolti in Piazza Monte S. Rosalia, il progetto, nato senza obiettivi precisi, si è sviluppato grazie alle donazioni dei cittadini. Tramonte, dedicandosi all’attività tutti i giorni (ad eccezione della domenica), promuove l’amore per i libri e lo scambio culturale nel quartiere.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img