lunedì | 27 Maggio | 2024
Giulia Fici
Giulia Fici
Studentessa in Scienze della Comunicazione a Unipa, scrive per BeSicily da marzo 2023. Specializzata nel settore degli eventi, moda, cinema e serie tv girate in Sicilia. Ama viaggiare, leggere e scrivere.

ultimi articoli

Paolo Fabbri, una settimana in memoria del semiologo a Palermo: le iniziative, anche per bambini

A Palermo tante iniziative per ricordare Paolo Fabbri, anche dedicate ai bambini: al Museo delle Marionette arrivano i racconti di Colapesce

Giulia Fici
Giulia Fici
Studentessa in Scienze della Comunicazione a Unipa, scrive per BeSicily da marzo 2023. Specializzata nel settore degli eventi, moda, cinema e serie tv girate in Sicilia. Ama viaggiare, leggere e scrivere.

Una settimana a Palermo per ricordare Paolo Fabbri, grande semiologo scomparso nel 2020. A celebrare l’anniversario della sua nascita un seminario sui fototesti, un convegno nazionale alla scoperta degli archivi fotografici dei musei, ma anche un’iniziativa per i più piccoli, con l’ultimo appuntamento di “Teatro al Museo“, rassegna di fiabe per bambini.

Convegno alla Biblioteca di Palazzo Tarallo, ingresso libero al suo archivio personale

Mercoledì 17 aprile alle ore 9.30 si ricorderà la figura di Fabbri alla Biblioteca di Palazzo Tarallo a lui intitolata, che ne custodisce i libri e l’archivio personale. Qui amici e colleghi discuteranno le ultime uscite editoriali a sua firma: “Biglietti di invito”, “Rigore e immaginazione”, “Segni dei tempi”, “La svolta semiotica”.
In particolare, verrà presentato “Proposte di adozione”, il nuovo libro di Fabbri in uscita per le Edizioni del Museo Pasqualino.

Interverranno Denis Bertrand, Lucia Corrain, Dario Mangano, Gianfranco Marrone, Francesco Marsciani, Rosario Perricone, Isabella Pezzini. Parteciperà anche Simonetta Franci Fabbri. Per l’evento è previsto ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

Fototesti: Retoriche, poetiche e aspetti cognitivi, incontro con Giovanna Brogna/Sonnino

Prosegue inoltre, al Museo delle Marionette, il ciclo di incontri del Progetto di ricerca di interesse nazionale, “Fototesti“: “Retoriche, poetiche e aspetti cognitivi”, una serie di iniziative dedicate a fotografi e artisti visivi attraverso incontri e workshop, a cura di Cristina Costanzo, ricercatrice in Storia dell’arte contemporanea all’Università di Palermo.

Giovedì 18 aprile alle 17, il Museo delle Marionette ospiterà Giovanna Brogna/Sonnino, fotografa contemporanea, che avrà un dialogo con Rosario Perricone, direttore del Museo Pasqualino, e Cristina Costanzo. A seguire, i due giorni successivi, venerdì 19 e sabato 20, il Museo delle Marionette ospiterà una due giorni nell’ambito del convegno di studi nazionale “Memorie dell’alterità: gli archivi fotografici pubblici DEA in Italia”.

Teatro al Museo, ultimo appuntamento con Colapesce al Museo delle Marionette

Si conclude questa settimana in memoria di Paolo Fabbri con “Teatro al Museo”, la rassegna teatrale dedicata ai più piccoli che, attraverso voci, suoni e storie ha coinvolto per tutta una stagione scuole, bambini di tutte le età e famiglie. Sabato 20 aprile alle 17, domenica 21 e lunedì 22 alle 11, sempre il Museo delle Marionette ospiterà gli ultimi appuntamenti con “I racconti di Colapesce“, di e con Nunzia Lo Presti e Laura Benvenga (violoncello).

I bambini potranno così immergersi nella celebre leggenda mediterranea del supereroe metà uomo e metà pesce, che in tanti hanno riscritto nel tempo.
Il famoso mito è, in questa declinazione, ambientato a Torre Faro, punta estrema della costa di Messina. I biglietti sono disponibili al prezzo di 10 euro per gli adulti e di 8 euro ridotti.

“Un balcone che si affaccia su un mondo quasi attaccato, un mondo altro, così vicino da vedersi a occhio nudo, così inafferrabile per quello che significa attraversare quel mare, lanciare i sogni oltre lo Stretto. Il destino del protagonista forse è scritto al di là di quella striscia di acqua salata o ancora altrove, ma di sicuro non è sulla terraferma. La voce narrante e il violoncello accompagnano lo spettatore alla ricerca della tracce che il mito ha disseminato fino ai giorni nostri e fra parole e suoni, e musiche di repertorio, sondano i desideri più profondi di questo giovane Colapesce contemporaneo e della madre che lo lascia andare a malincuore, figure centrali attorno a cui ruota tutto il racconto. Finché questo nuotatore provetto, con tutto il coraggio che ha in corpo, prende in mano la sue sorti e conduce gli spettatori verso un’avventura imprevedibile”, questa la trama.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img