giovedì | 20 Giugno | 2024
MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
A contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo anche viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

ultimi articoli

“Dislikeme”, a Siracusa i percorsi dell’artista Marcali contro dipendenza dai social e omologazione

Una mostra per “disconnettersi” a Siracusa: l'artista Giancarlo Marcali si oppone all'omologazione con la sua “Dislikeme”

MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
A contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo anche viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

Il rifiuto di un mondo dove a far da padrone è la ricerca incontrollata dei “like” sui social network sarà il tema che, da sabato 8 giugno, caratterizzerà “Dislikeme”, la personale dell’artista Giancarlo Marcali che si svolgerà a Ortigia, nei locali della galleria “Montevergine artecontemporanea” di via Privitera, fino al prossimo 12 luglio. La mostra d’arte contemporanea curata da Marilena Vita e patrocinata dal comune, verrà inaugurata alle 18 dell’8 giugno ed è correlata al forte senso di piacere che sta alla base dei fenomeni di dipendenza. Si tratta di un originale percorso espositivo che accompagna lo spettatore in un “viaggio” sensoriale volto a sperimentare lo spazio ed il tempo.

Il “pollice” e il dissenso verso la cultura dell’omologazione in “Dislikeme”

Il dislikeme, neologismo creato dall’artista e rappresentato da un pollice verso giù, vuol porre l’accento sulla perdita di autenticità dell’individuo e sui problemi d’identità e di genere, denunciando un forte dissenso nei confronti della cultura votata all’omologazione. Non a caso la rassegna verrà inaugurata proprio nella stessa giornata in cui nelle strade della città aretusea si svolgerà il “Siracusa Pride 2024”. 

Saranno tre le installazioni in mostra realizzate con l’impiego di luci al neon dislocate in altrettanti ambienti che richiamano spazi industriali dai colori acidi. Le opere entrano in relazione con gli ambienti nei quali sono collocate creando atmosfere suggestive e quasi mistiche. Nel primo, caratterizzato dal colore azzurro, ci sarà una scritta a neon “Dislikeme” che poggia su un letto di spilli d’acciaio. Nel secondo, di colore rosso, due opere fotografiche dal titolo “You dare b’cause You are” e “Do not lie to me” metteranno in risalto l’unicità nella diversità, con un’attenzione al corpo inteso come luogo politico; l’opera, in questo caso, è molto particolare essendo attraversata dalla proiezione video di un muro che si contrae e si espande ripetutamente come un polmone, al ritmo del respiro. Il terzo ambiente, infine, è la stanza della “cura” di colore verde: contiene vari oggetti di consumo di massa presentati sottovuoto e vede la presenza di sette portaflebo, quasi a volerli preservare dal macero. 

dislikeme - Be Sicily Mag

Giancarlo Marcali: l’arte di “esplorare” il corpo e il dolore dell’essere umano

Dopo aver concluso i suoi studi presso la “New South Wales University” di Sidney sulle arti aborigene e le culture delle isole del sud pacifico, Giancarlo Marcali si è stabilito a Milano dove attualmente vive e lavora. La sua arte esplora il corpo, il dolore e tutte le sfaccettature dell’essere umano. Il talentuoso artista classe 1963 ha esposto i suoi lavori in numerose mostre personali e collettive, sia in Italia che in tante città europee. La rassegna siracusana sarà aperta al pubblico tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 16 alle 20. Sarà anche possibile esplorare i percorsi proposti dall’artista su appuntamento, inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica amontevergineartecontemporanea@gmail.com.

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img