sabato | 13 Aprile | 2024

ultimi articoli

Giornata mondiale dell’Endometriosi: una lotta silenziosa di milioni di donne

La Giornata mondiale dell’Endrometriosi è stata istituita nel 2014 con lo scopo di porre l’attenzione sulla malattia, che invalida molte donne in Italia e non solo

Ogni 28 marzo il mondo si unisce per la Giornata Mondiale dell’Endometriosi, un’occasione per porre l’attenzione su una malattia che colpisce circa 190 milioni di donne e adolescenti in tutto il mondo, spesso con conseguenze invalidanti. In Italia sono circa 3 milioni le persone affette da questa patologia, ma purtroppo i numeri potrebbero essere sottostimati. La diagnosi spesso è infatti tardiva. Il ritardo medio stimato è di circa 9 anni. Spesso i sintomi vengono trascurati, anche dai medici stessi, e ci si accorge del fatto che qualcosa realmente non va a causa di problemi di infertilità.

2 4 - Be Sicily Mag

Cos’è e quali sono i sintomi dell’endrometrosi 

L’endometriosi, una patologia infiammatoria benigna ad andamento cronico e recidivante caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriale al di fuori della cavità uterina, può causare una serie di sintomi dolorosi, come dolori mestruali, pelvici cronici e fastidi durante i rapporti sessuali, oltre a complicazioni urinarie e intestinali. Infine, è connessa all’infertilità. L’impatto sulla qualità della vita è dunque rilevante.

Nonostante ciò, la diagnosi non è semplice né tantomeno veloce, con gravi ripercussioni psicologiche per le donne coinvolte. È per questo motivo che.è fondamentale che le adolescenti che soffrono di sintomi dolorosi durante le mestruazioni si rivolgano a medici specialisti per comprendere quale sia il problema alla base e optare per un trattamento appropriato.

3 2 - Be Sicily Mag

Endometriosi, la diagnosi e la cura

La valutazione iniziale delle donne potenzialmente affette da endometriosi si basa sull’anamnesi dettagliata della paziente, inclusi fattori riproduttivi, storia familiare di endometriosi e sintomi. Questi elementi orientano l’approccio diagnostico, che comprende esami ecografici pelvici condotti da operatori esperti e, se necessario, esami di imaging avanzati come la risonanza magnetica nucleare o la colonscopia.

La cura dell’endometriosi è personalizzata e multidisciplinare. I trattamenti mirano a migliorare i sintomi, prevenire le recidive e rallentare la progressione della malattia. Il dolore e l’infertilità sono le principali sfide affrontate dalle pazienti, per cui le terapie devono considerare fattori come l’età, il desiderio di gravidanza e la tollerabilità delle terapie proposte. La terapia medica ormonale è la prima linea di difesa per il dolore, mentre gli analoghi del GnRH (farmaci che inducono la menopausa) sono opzioni di seconda scelta per casi selezionati. 

4 - Be Sicily Mag

La terapia chirurgica è riservata ai casi in cui la terapia medica non sia efficace o controindicata, con interventi laparoscopici preferiti per la loro minore invasività e tempi di recupero più rapidi. Nei centri specializzati, una squadra multidisciplinare di specialisti, inclusi ginecologi, chirurghi, fisioterapisti, psicologi e altri, lavora insieme per garantire un trattamento completo e mirato per le pazienti affette da endometriosi.

Il centro nazionale Endometriosi di Roma, in tal senso, è il primo centro specializzato in Europa che si occupa di diagnosi e cura della patologia con le più moderne tecnologie.

La Giornata Mondiale dell’Endometriosi non solo solleva dunque consapevolezza su questa malattia silenziosa, ma incoraggia anche la ricerca di nuovi approcci diagnostici e terapeutici per migliorare la vita delle donne affette da questa condizione cronica e invalidante.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img