giovedì | 20 Giugno | 2024
MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
A contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo anche viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

ultimi articoli

December Rose, la star del web tra Canada e Sicilia: “La musica è la mia cura”

Rosamaria La Posta, in arte December Rose, si racconta a Be Sicily Mag: dal dialetto siciliano imparato dalla nonna al successo sui social network attraverso la musica e una forte motivazione

MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
A contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo anche viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

Tutti pazzi per December Rose. La sua voce e le melodie delle canzoni proposte, ma anche il particolare dialetto con cui racconta aneddoti, hanno conquistato il web. Rosamaria La Posta, questo il suo nome all’anagrafe, è una cantante italocanadese di origini siciliane che ha messo in musica la sua vita con tutta una serie di vicissitudini legate all’infanzia, alla famiglia e ai problemi che l’hanno segnata. Sempre richiamando le tradizioni della “sua” Sicilia. I suoi contenuti sono virali sui social network.

December Rose, le origini in Sicilia

Rosemary, così l’hanno sempre chiamata in famiglia, è nata in Canada, ma il legame con le origini è da sempre fortissimo. È grazie alla nonna, di Castellammare del Golfo, che sin da piccola impara il dialetto siciliano. Già a soli 5 anni lo parlava perfettamente. E anche se il francese e l’inglese sono sempre state le due lingue più parlate del suo Paese, nella vita e nelle attività lavorative di ogni giorno, l’idioma rimane la sua lingua del cuore.

“La mia prime parole sono state in siciliano, quella della nonna è una lingua che custodisco dentro e che non dimenticherò mai. Spero, il prossimo anno, di poter andare in Sicilia e di vedere da vicino tutti i posti più belli della mia isola”, ha raccontato a Be Sicily Mag.

Il successo di Rosemary sul web

Il successo di December Rose sul web nasce dalla sua passione per la musica ma esplode, in virtù del suo vissuto, in tutta una serie di altre doti artistiche. A partire naturalmente dalla sicilianità sempre presente (e derivante dalle sue origini) fino alla teatralità dei contenuti che posta quasi quotidianamente.

Dal punto di vista prettamente musicale, Rosemary ha alle spalle 15 anni di formazione musicale e una laurea in Performance vocale classica le hanno permesso di conseguire tanti successi nella sua (ancora breve ma già ricca) carriera di cantante e di crescere molto, soprattutto dal punto di vista prettamente tecnico. Ma non solo. December Rose vanta già diversi successi come solista oltre che varie collaborazioni con delle famose band canadesi. Ha anche cantato in italiano, nel 2018, a 21 anni, vincendo “Superfantastico” nella sezione “giovani talenti” col brano originale Lo specchio.

Da segnalare, poi, lo splendido singolo Raise Your Voice, che ha scalato le classifiche americane facendole vincere New Artist of the Year ma anche When We Were Young, trasmesso per diverso tempo dalle radio di tutto il nord America.

“È proprio la musica che mi permette di essere creativa e di esprimere me stessa, ma sento che se facessi solamente la cantante non sarei in grado di donarmi al prossimo così come voglio”, ha spiegato. Ed è in ciò che si rivelano le qualità di vocal coaching di Rosemarie: lei stessa riconosce, infatti, di vivere al massimo la sua passione con l’intento di “trovare il modo per aiutare l’altro”.

A tal proposito ha iniziato sin da giovane a coltivare la sua grande attitudine, per sviluppare dei legami con i suoi “studenti” ed aiutarli. “Col passare del tempo ho iniziato ad avere con me sempre più ragazzi con dei problemi di carattere psicologico. E presto le lezioni di musica si sono trasformate in qualcosa di più: una forma di sfogo e di terapia per chi, ad esempio, aveva subìto episodi di bullismo o viveva una situazione familiare piuttosto difficile”.

Un documentario sulla vita di December Rose

Dietro alla solarità social di December Rose, d’altronde, c’è un passato altrettanto complesso. I problemi mentali della madre e la sua morte ma anche l’abbandono ed i traumi che ne sono conseguiti hanno fatto sì che la giovane cantante, impegnata da sempre su tanti fronti, riuscisse ad esternare tutto con i suoi fan. Con l’obiettivo di condividere le motivazioni che l’hanno spinta a superare le difficoltà.

È quanto viene raccontato nel documentario dal titolo Up close and personal. “Ho voluto mostrare alla gente il contesto dal cui provengo, i problemi che ho affrontato e che, piano piano e grazie a tanto impegno, mi hanno profondamente cambiata. È stato un modo per far vedere a tutti come sono senza nessun tipo di filtro”.

La musica in questo percorso ha avuto un ruolo cruciale. È stata una cura per Rosamaria, oltre che una passione. Anche se all’inizio le ha creato qualche difficoltà. “Ho dovuto fare un percorso di crescita importante, dato che ho sofferto di disturbi d’ansia e sono sempre stata una persona che pensa troppo. All’inizio era difficile ed ho avuto qualche problema nel riuscire a separare la parte di me più emozionale da quella che invece voleva ad ogni costo esibirsi”.

Adesso, però, è acqua passata. “Alla fine, lavorandoci sopra, sono riuscita a migliorarmi, anche perché più riesci a fare e più sviluppi una tua capacità e cresci. Ritengo che la musica per me sia terapeutica perché nel momento in cui sono in grado di scrivere una canzone creo qualcosa che per me è importantissima. Sono riuscita a trasformare il brutto in qualcosa di meraviglioso”, ha concluso.

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img