spot_img
venerdì, Settembre 22, 2023

ultimi articoli

‘Cartoon iCons’ di Fringe dal MEC in mostra a Palazzo Palagonia

‘Cartoon iCons’ cambia dimora. Dopo essere stata da luglio fino ai primi di novembre al MEC
museum di Palermo, la mostra dell’artista pop sudafricano di fama internazionale Fringe, cambia
location. Così le tredici opere ispirate al brand di Steve Jobs e realizzate appositamente per il
museo-ristorante di Giuseppe Forello (di recente insignito di stella Michelin) per le feste natalizie
saranno spostate a Palazzo Palagonia, in via IV aprile, 20. Un’iniziativa fortemente voluta
dall’assessore alle culture, Giampiero Cannella e dal sindaco di Palermo, Roberto Lagalla.
La mostra curata da Miliza Rodic, patrocinata dal Comune di Palermo e promossa dalla
Settimana delle Culture, s’inaugurerà mercoledì 21 dicembre alle 16.30 alla presenza
dell’assessore alle culture e del sindaco e sarà visitabile gratuitamente tutti i giorni, dal lunedì al
venerdì dalle 9.30 alle 18, fino al 31 dicembre.


L’esposizione mette al centro i temi che ricorrono più spesso nell’arte di Fringe: l’amore, i valori
familiari e i momenti gioiosi dell’infanzia, che caratterizzano un po’ tutti i suoi lavori.
Protagonisti delle 13 opere sono i personaggi preferiti dell’infanzia dell’artista che alludono al
mondo della fotografia d’autore (Diane Arbus in particolare) e del cinema (Shining di Kubrick)
appartengono al mondo dei cartoni animati Disney e dei fumetti in generale, e sono accomunati
da riferimenti espliciti al marchio della mela morsicata più famosa al mondo. Così in un tripudio di
colori troviamo Biancaneve che tiene in mano una mela non più avvelenata ma multicolor (che altro
non é che il primissimo logo della Apple, quello dai colori arcobaleno); Topolino super tecnologico
con un iPhone 13 in bella mostra, Braccio di Ferro intento a scattare un selfie mentre Olivia lo
strapazza di baci, Alice anch’essa con iphone alla mano, e Snoopy e Linus raffigurati varie volte in
modo diverso: seduti sotto un albero di mele (un chiaro omaggio a Isaac Newton), in un’altra vestiti
con abiti a festa rimandano alle gemelle Grady, così chiamate nel film di Kubrick, Shining, dove
anche lì compare un omaggio al celebre scatto della Arbus, delle gemelle Wade. In un’altra tela
ancora intitolata “It is” le gemelle ‘Wade-Grady’ finiscono per avere la testa di Alfred E Neuman,
mascotte della rivista satirica statunitense Mad Magazine e personaggio iper conosciuto nella
cultura anglosassone.
L’elemento dell’infanzia che può essere il giocattolo o il personaggio dei fumetti e dei cartoni
animati, ricorre spesso nei lavori di Fringe. “In questa mostra ogni opera di Fringe ha un chiaro
riferimento alla sua infanzia e ai suoi personaggi preferiti dei cartoni animati che vengono proiettati
dall’artista, attraverso la sua immaginazione, nel mondo Apple. – spiega la curatrice Miliza Rodic – Fringe rappresenta i suoi personaggi apparentemente molto allegri e divertenti, ma con uno
sguardo più attento si può notare una velata tristezza. Il suo intento é creare un’arte che faccia
pensare e sorridere allo stesso tempo”.
Si tratta della prima volta in Sicilia per l’artista pop sudafricano di fama internazionale. Rinomato in
tutto il mondo per il suo stile singolare e riconoscibile, dopo aver esposto quattro volte alla Daville
Baillie Gallery di Johannesburg, in Australia, Stati Uniti e in varie parti d’Europa (Berlino,
Parigi, Londra, Milano) l’estro dell’artista di cui nessuno conosce l’identità, é approdato a
Palermo.

Modalità d’ingresso: Ingresso gratuito – visite dal lunedì al venerdì (9.30-18.00)

Condividi questo articolo sui tuoi social...

Latest Posts

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img