sabato | 20 Aprile | 2024

ultimi articoli

Borgo dei Borghi 2024, la premiazione: chi sarà il vincitore?

L'edizione del "Borgo dei Borghi 2024" è giunta alla sua conclusione: c'è attesa per scoprire quale sarà il vincitore

Il conto alla rovescia è iniziato. A breve sapremo il vincitore di “Borgo dei Borghi 2024“. Il verdetto sarà emesso direttamente dalla località scelta e questo piccolo angolo d’Italia riceverà l’onorevole titolo. Dopo il trionfo di Ronciglione, nel Lazio, nell’edizione precedente, l’attenzione è ora rivolta al nuovo annuncio, previsto durante la serata del 31 marzo nel corso della trasmissione “Kilimangiaro” di Rai 3. 

Borgo dei Borghi 2024: come si stabilisce il vincitore 

Borgo dei Borghi 2024“, giunto alla sua undicesima edizione, non è soltanto una competizione. È piuttosto un’occasione per promuovere e valorizzare il turismo sostenibile nei borghi meno conosciuti ma altrettanto affascinanti del nostro paese. Gli spettatori sono stati chiamati a partecipare in prima persona, esprimendo le proprie preferenze tramite il sito di Raiplay, dal 25 febbraio fino alla scadenza del 17 marzo.

I voti del pubblico sono stati uniti a quelli di una giuria di esperti nominati dalla Rai. Ogni membro ha avuto l’opportunità di esprimere una preferenza, aggiungendo un bonus del 5% al borgo scelto. 

Il vincitore di “Borgo dei Borghi 2024” non solo riceverà una targa di riconoscimento, ma guadagnerà anche una meritata notorietà, avendo la possibilità di promuovere il suo territorio e invitando viaggiatori e curiosi a scoprire le sue meraviglie.

I 20 borghi in gara: c’è Nato

La lista dei finalisti di “Borgo dei Borghi 2024” è un viaggio attraverso le bellezze naturali e culturali dell’Italia. Dai monti alle coste, dai paesaggi collinari alle spiagge bagnate dal Mediterraneo. Dai tesori storici dell’Umbria alla suggestiva atmosfera delle città siciliane, ogni borgo rappresenta un universo unico da scoprire. Ecco i 20 partecipanti di quest’anno:

Fontainemore (Valle d’Aosta): Borgo rurale nella valle del Lys, con costruzioni in pietra e legno e cappelle affrescate.

Guarene (Piemonte): Borgo storico con attrazioni culturali come il Palazzo Re Rebaudengo e il Museo di arte contemporanea, dominato dal castello.

Celle Ligure (Liguria): Località balneare divisa tra la zona moderna e il centro storico, collegati dalla passeggiata lungomare.

Grazie (Lombardia): Borgo abbracciato dal fiume Mincio, con il Santuario della Beata Vergine delle Grazie in stile gotico lombardo.

Caldes (Trentino Alto Adige): Circondato da meli e boschi, con antiche “Cappelle” in stile gotico e barocco.

Muggia (Friuli Venezia Giulia): Borgo pittoresco con resti romani e medievali, e un castello risalente al trecento.

Torreglia (Veneto): Ricco di luoghi d’interesse storico ed artistico, con la Chiesa di San Martino e il Roccolo Bonato.

Castelvetro di Modena (Emilia Romagna): Famoso per la piazza a scacchiera e il Palazzo Rinaldi, con la Torre dell’Orologio.

Peccioli (Toscana): Borgo medievale intorno al castello, con la Chiesa della Madonna delle Serre e antichi poderi.

Genga (Marche): Immerso nel Parco Naturale Gola della Rossa e Frasassi, con grotte, castello e musei.

Stroncone (Umbria): Arroccato su un colle con una bella fontana del XVI secolo e la Chiesa di San Giovanni Decollato.

Isola del Liri (Lazio): Ai piedi della Cascata Grande, con il Castello Boncompagni e chiese medievali.

Crecchio (Abruzzo): Centro medievale dominato dal castello ducale, con la Chiesa di Santa Maria da Piedi.

Petacciato (Molise): Centro balneare con panorama sul promontorio del Gargano, e il Palazzo Ducale.

Montesano sulla Marcellana (Campania): Domina la Valle di Diano, con il Santuario di San Francesco ai Cappuccini e la Grotta di San Michele Arcangelo.

Leporano (Puglia): Sulla costa ionica con il Castello Muscettola e la Chiesa Madre del 1742.

Maratea (Basilicata): “Città delle 44 chiese” con il Cristo Redentore e palazzi nel centro storico.

Badolato (Calabria): Borgo sul mar Ionio con 13 chiese e belle spiagge.

Naro (Sicilia): Borgo storico con il Castello dei Chiaramonte e capolavori architettonici.

Arbatax (Sardegna): Villaggio di pescatori con rocce rosse, faro e torri storiche.

Ora resta solo da attendere l’annuncio del vincitore del “Borgo dei Borghi 2024”.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img