mercoledì | 17 Luglio | 2024

ultimi articoli

“La Culturale”: il festival a Palermo dedicato a teatro, musica, filosofia e letteratura

Il festival nomade itinerante "La Culturale" ha debuttato a Palermo il 29 e 30 giugno: il tema è stato quello dei confini che ha offerto lo spunto per dibattiti e riflessioni

Due giorni di incontri tra filosofia, letteratura, musica e teatro: il festival nomade itinerante La Culturale” ha debuttato a Palermo il 29 e 30 giugno scorsi, riproponendo con successo la formula ormai consolidata nelle precedenti edizioni tenutesi a Milazzo e Catania, rispettivamente nel 2022 e 2023.

La Culturale a Palermo: il tema sono i confini

Confini è stato il tema della rassegna “La Culturale appena conclusasi nel capoluogo siciliano, affrontato attraverso un approccio multidisciplinare che ha coinvolto ospiti di rilievo del panorama culturale contemporaneo, tra scrittori, artisti, musicisti e intellettuali. Confini come fili sottili che separano e connettono, descrivendo ambiti geopolitici, sociali, economici e scientifici da cui prendono vita le trame dell’esperienza umana. Confini ma anche barriere, che modificano il paesaggio e i linguaggi, sempre più orientati verso la propaganda.

È questo lo scenario che gli ospiti hanno declinato, ognuno dal proprio angolo visuale e nelle diverse locations selezionate in occasione del festival.
Curato da Giancarlo Cutrona, fondatore e direttore creativo, Giovanni Maria Campo, Livia Di Vona e Valentina Scianna, l’evento si è sviluppato infatti in alcuni tra i poli culturali più significativi della città: la Libreria Feltrinelli, il Teatro Spazio Franco ai Cantieri Culturali della Zisa, il Giardino dei Giusti e Area Madera.

Al centro del dibattito, il concetto di soglia/limite inserito in un tempo, come quello attuale, che chiede con forza di non rimanere indifferenti rispetto alle contraddizioni di un mondo in continuo cambiamento. Due giorni animati da domande fondamentali che riguardano la condizione esistenziale, a partire dal rapporto tra l’uomo e ciò che viene definito reale.

laculturale1 - Be Sicily Mag

I libri a La Culturale sono protagonisti

I libri sono stati tra i protagonisti de “La Culturale” negli spazi della Libreria Feltrinelli, in via Camillo Benso Conte di Cavour 133, dove l’autrice romana Flaminia Colella ha presentato la sua opera “Figlie dell’oro”, romanzo polifonico a quattro voci, tutte femminili, dedicato alla potenza evocativa della poesia. La storia, infatti, è quella di un delicato dialogo intergenerazionale tra nonna e nipote: la prima lascia in eredità alla seconda un libro che la introduce nel mondo letterario di Emily Dickinson, poetessa statunitense considerata tra i maggiori lirici moderni.

Negli stessi spazi, si sono esibiti anche Mario Cuva, giovanissimo artista pluripremiato a livello internazionale, con il suo recital al pianoforte e Paolo Toti, autore a attore catanese, con il suo spettacolo “Pest(e) a Buda. Battaglia per la Groenlandia”, ispirato all’Amleto di William Shakespeare, tra la voce fuori campo di Chiaraluce Fiorito, una possibile Ofelia, e un denso monologo pronunciato dallo stesso Paolo Toti, un Amleto che tenta di fuggire dal suo contesto originario per ritrovarsi, come attraverso un salto temporale, nella contemporaneità.

Intelligenza artificiale, l’intervento del filosofo Giuseppe Girgenti

Al Giardino dei Giusti è stato affrontato il tema dell’intelligenza artificiale insieme al filosofo Giuseppe Girgenti con il suo libro “Umano. Poco umano” scritto insieme a Mauro Crippa, edito da Piemme nel 2024. La sezione filosofica si è arricchita della presenza di Nicoletta Di Vita, che ha presentato la sua opera “Il nome e la voce. Per una filosofia dell’inno”. Tra gli artisti che si sono esibiti, Andrea Cubeddu, chitarra e voce, con il suo concerto “Terraferma”, Davide Campisi e Datura Martina Lo Conte, con “Inno alla vita”, voci e tamburi a cornice.

La Culturale” ha rappresentato un esperimento che Palermo ha accolto con curiosità e apertura: un punto di partenza che schiude scenari nuovi e di dialogo tra forme espressive diverse, con la speranza accesa del cambiamento e del confronto.

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img