giovedì | 18 Luglio | 2024

ultimi articoli

Fecondazione assistita: l’ovodonazione e le altre tecniche di PMA per diventare genitori

L'Infertilità è un problema riscontrato dal 15% delle coppie in Italia. Ma c'è una soluzione: l'ovodonazione e altre tecniche di fecondazione assistita (PMA)

Essere genitori è un desiderio che accomuna molte coppie. Non sempre, però, purtroppo, è possibile realizzarlo solo con le proprie forze: in questi sfortunati casi spesso le coppie, su consiglio dei medici a fronte a delle difficoltà legate al concepimento e di conseguenza alla realizzazione del sogno di diventare mamma e papà, decidono di procedere con una delle varie tecniche di fecondazione assistita.

Infertilità: le possibili cause

Le possibili cause di infertilità sono molteplici e possono riguardare entrambi i sessi. Nessuno dei partner deve farsene una colpa. Il problema è più diffuso di quanto si possa credere: in Italia circa il 15% delle coppie riscontra questo tipo di problema, secondo i dati ufficiali ISS 2022. I problemi possono essere diversi. La donna ad esempio può soffrire di scarsa riserva ovarica oppure avere diagnosticate patologie quali tube occluse, endometriosi o aderenze infiammatorie pelviche. Anche l’uomo può soffrire di patologie come oligozoospermia, astenozoospermia o, ancora, teratozoospermia. Infine, l’età avanzata può essere condizionante. Ma non tutto è perduto: c’è spesso una soluzione.

Una via alternativa per diventare genitori: le tecniche di PMA

Per molte coppie c’è la possibilità di ricorrere alle tecniche di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita). Le tecniche di fecondazione assistita si dividono in: I, II e III livello. Con l’assistenza di un professionista del settore è possibile comprendere la via migliore da percorrere, sulla base delle proprie esigenze, ovviamente dopo avere appurato la causa del problema.

Le tecniche di I livello prevedono il monitoraggio dell’ovulazione, la stimolazione delle ovaie e l’inseminazione. Esistono due forme di inseminazione: inseminazione artificiale e inseminazione intrauterina. Entrambe sono minimamente invasive, ma le probabilità di successo variano in base all’età della donna.

Le tecniche di procreazione medicalmente assistita di II e III livello sono quelle più complesse e invasive. Le più utilizzate sono la fecondazione in vitro e trasferimento dell’embrione nell’utero della donna (FIVET) e la iniezione dello spermatozoo nel citoplasma dell’ovocita (ICSI). Una tecnica quasi mai utilizzata ma esistente è invece quella del trasferimento intratubarico di gameti (GIFT).

Infine, c’è l’ovodonazione, un metodo senza dubbio innovativo e con ottimi riscontri, che prevede che gli ovociti vengano donati da una persona esterna alla coppia. Le percentuali di riuscita sono maggiori rispetto ad altre fecondazioni in vitro.

Sogni di avere un figlio e hai bisogno di sostegno e professionalità? Affidarsi a mani esperte come quelle del Ginecologo Andrea Biondo, a Palermo, può essere un modo per affrontare le difficoltà del concepimento con serenità.

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img