venerdì | 21 Giugno | 2024
Antonella Rizzuto
Antonella Rizzuto
Giornalista professionista dal 2014, mamma di due bimbi meravigliosi, super appassionata di sport e di tutto ciò che è movimento, adoro gli animali e soprattutto il mio labrador León. Ambiziosa e testarda, adoro viaggiare e conoscere persone nuove che mi possano arricchire sotto diversi punti di vista. Adoro scrivere e raccontare storie particolari. Il mio mood giornaliero è "sorridi sempre e cerca di rinascere anche quando la vita ti mette a dura prova".

ultimi articoli

“Una Marina di Libri”, presentata l’edizione 2024 a Villa Filippina: “Un Festival per letture senza confini”

È stata presentata a Villa Filippina “Una Marina di Libri” 2024, che si svolgerà da giovedì 6 a domenica 9 giugno 2024: il tema di quest'anno è “Oltre i confini”

Antonella Rizzuto
Antonella Rizzuto
Giornalista professionista dal 2014, mamma di due bimbi meravigliosi, super appassionata di sport e di tutto ciò che è movimento, adoro gli animali e soprattutto il mio labrador León. Ambiziosa e testarda, adoro viaggiare e conoscere persone nuove che mi possano arricchire sotto diversi punti di vista. Adoro scrivere e raccontare storie particolari. Il mio mood giornaliero è "sorridi sempre e cerca di rinascere anche quando la vita ti mette a dura prova".

Quattro giornate di incontri, dibattiti, reading, anteprime, presentazioni di libri, momenti di dialogo e di confronto, musica, laboratori ed eventi anche per i piccoli lettori e le piccole lettrici. È stata presentata oggi la nuova edizione di “Una Marina di Libri”, evento attesissimo a Palermo dagli amanti della lettura.

“Una Marina di Libri” sarà la festa della cultura: il tema

La quindicesima edizione del Festival dell’editoria indipendente “Una Marina di Libri” si svolgerà da giovedì 6 a domenica 9 giugno 2024, al Parco Villa Filippina di Palermo. L’evento è organizzato dall’associazione Una Marina di Libri E. T. S. in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale Piazza Marina & Dintorni, Navarra Editore, Sellerio Editore e Libreria Dudi. Con il patrocinio di Comune di Palermo, Città metropolitana, Regione Sicilia, Università degli Studi di Palermo e AIE – Associazione Italiana Editori.  

Al timone del Festival, ideato da Maria Giambruno, ci sarà il giornalista Gaetano Savatteri: “Un festival di libri è per definizione un territorio di confini violati e incerti. Si incrociano letteratura, giornalismo, musica, cinema, libri per adulti, per giovani e ragazzi. Libri senza confini di sesso, genere, religione, ideologie perché le idee, come le parole e i pensieri, non si fermano agli steccati. Oggi più che mai, in un tempo segnato da muri e valichi, occorre tornare a praticare gli sconfinamenti per abbattere i conformismi e le barriere. “Una Marina di Libri” è l’occasione per ricordare Palermo e la Sicilia che sono e saranno sempre terra di incroci, di contaminazione, di incontro e di confronto. Il tema di quest’edizione ha come titolo appunto Oltre i Confini”. 

Le case editrici partecipanti

Alla manifestazione prenderanno parte le più interessanti realtà editoriali indipendenti italiane. Tra le case editrici presenti, sono moltissime le conferme. Spiccano i nomi di Navarra Editore e Sellerio. “Ci siamo fin dalle origini – ha detto Orazio Navarra – e finalmente il nostro sogno si sta realizzando. Una Marina di Libri sta diventando il terzo grande evento del sud Italia che racconta il mondo della parola e non soltanto quello dei libri. Il Festival darà voce a tante e diverse forme di scrittura per raccontare l’ampia comunità di scrittori che sosteniamo”. 

“Una Marina di Libri” ospiterà editori che pubblicano narrativa e saggistica, ma anche case editrici che dedicano la propria attenzione a generi specifici – giallistica, poesia, fumetti. All’interno del parterre di editori non mancano i marchi che pubblicano testi per l’infanzia e per young adults. L’elenco completo degli editori espositori alla manifestazione è scaricabile sul sito della manifestazione.

Anche quest’anno la rassegna avrà un ricco programma di appuntamenti dedicato a lettori e lettrici di ogni età, dai più piccoli, con attività ad hoc per bambine e bambini, dai laboratori alle letture ad alta voce. Inoltre ci sarà spazio anche per le scuole e per la comunità educante con incontri strutturati per loro. E ci saranno, come ogni anno, dibattiti, presentazioni di libri, anteprime nazionali, un nutrito parterre di ospiti, momenti di dialogo e confronto con spazio alla musica, alle arti visive, alla riflessione sulla realtà che ci circonda e sulle sfide del contemporaneo. Inoltre si farà formazione professionale con gli eventi organizzati in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia per parlare di giustizia e di legalità. Spazio anche al teatro e a concerti. 

Speakers’ corner

Tra gli eventi amatissimi dal pubblico, lo Speakers’ corner. Scrittori esordienti, autori emergenti, poeti in erba, romanzieri, autori di racconti avranno la possibilità di incontrare il pubblico per raccontare il loro libro nel cassetto, far ascoltare i loro versi, recitare uno stralcio del loro romanzo. Avranno soltanto dieci minuti a disposizione, dieci minuti tassativi, per raccontare un libro e farsi conoscere al pubblico. Lo Speakers’ corner sarà un evento importante anche per valorizzare e far conoscere tutti quegli autori la cui produzione non ha potuto trovare posto nel calendario ufficiale della manifestazione. Per prendere parte allo Speakers corner è necessario prenotarsi tramite un form presente sul sito della manifestazione. 

“Ci sono due grande novità per quest’edizione – ha detto Maria Giambruno – Marina di Libri diventa un’associazione del terzo settore che si apre a nuove idee e nuove programmazioni. Quest’anno ci saranno i Segni di Venere, la finestra sulle questioni di genere, uno spazio di riflessione su tematiche declinata di più al femminile”. 

Sull’associazione appena nata, la presidente Valentina Ricciardo ha aggiunto: “Nasce con l’obiettivo di dare stabilità alla manifestazione e di far crescere il festival per farlo diventare punto di riferimento per eventi culturali in tutta la Sicilia”. 

Summer School

“Una Marina di Libri” sarà partner del Dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università di Palermo per la realizzazione della Summer School in Traduzione letteraria

L’iniziativa è patrocinata dal Centro Linguistico dell’Università degli Studi di Palermo, dal Gruppo di ricerca internazionale in traduzione letteraria TRANSIT, dal Gruppo di ricerca sulla letteratura e cultura sinofona LECUS, dal Centro di Ricerca Interuniversitario di Argomentazione, Pragmatica e Stilistica ARGO e dalla Cattedra Abdulaziz Saud al-Babitain di Lingua e Cultura Araba.

La Summer School offre sei laboratori di traduzione – inglese, francese, spagnolo, tedesco, arabo e cinese – e un percorso trasversale comune a tutti i gruppi. Fornisce così strumenti utili al percorso professionalizzante del traduttore, integra ricerca, formazione e mondo del lavoro per unire alla riflessione scientifica l’esperienza di StradeLab nel campo della formazione e tutela dei diritti del traduttore e l’apporto di “Una Marina di Libri” come luogo di sinergia culturale capace di far dialogare editori, territorio e istituzioni. La Summer School si svolgerà dal 3 al 10 giugno 2024. Gli studenti Unipa e gli esterni che vorranno partecipare alla selezione dovranno presentare domanda entro e non oltre il 13 maggio. 

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img