giovedì | 18 Luglio | 2024
Zaira Conigliaro
Zaira Conigliaro
Ha 20 anni e studia Scienze della comunicazione con indirizzo Cultura Visuale, ha un debole per l’arte, la moda e il cinema. Da marzo scrive con passione per Be Sicily Mag, sognando una carriera nel giornalismo. Determinata e creativa, cerca costantemente di migliorare le sue abilità, trasmettendo emozioni attraverso le sue parole.

ultimi articoli

Come donare il sangue in Sicilia: requisiti e centri AVIS, Croce Rossa, Fidas e Fratres nell’Isola

Come donare il sangue in Sicilia e in tutta Italia: un gesto che non solo salva vite, ma promuove anche uno stile di vita sano e consente di effettuare regolari controlli. Scopriamo di più in occasione della Giornata mondiale sul tema.

Zaira Conigliaro
Zaira Conigliaro
Ha 20 anni e studia Scienze della comunicazione con indirizzo Cultura Visuale, ha un debole per l’arte, la moda e il cinema. Da marzo scrive con passione per Be Sicily Mag, sognando una carriera nel giornalismo. Determinata e creativa, cerca costantemente di migliorare le sue abilità, trasmettendo emozioni attraverso le sue parole.

Il 14 giugno di ogni anno ricorre la Giornata mondiale della donazione del sangue. Si tratta di un atto di grande generosità che può salvare vite. In Italia, esistono numerose opzioni per chi desidera farlo. Non mancano anche i centri in Sicilia, che raccolgono quotidianamente tanti volontari pronti a fare del bene a chi ne ha più bisogno. Scopriamo insieme dove è possibile effettuare le donazioni.

Come donare il sangue: le opzioni

Per donare il sangue, è possibile recarsi in uno dei 278 servizi trasfusionali sparsi sul territorio nazionale oppure nei punti di raccolta ospedalieri presenti in tutta Italia. Le strutture in questione sono attrezzate per garantire una raccolta sicura e professionale del sangue, con personale qualificato pronto ad assistere il volontario in ogni fase del processo.

Un’altra opzione è rappresentata dalle circa 1.300 unità di raccolta allestite da associazioni di volontariato come AVIS, Croce Rossa, Fidas e Fratres. È possibile trovare il centro più vicino attraverso i loro siti ufficiali. Queste realtà svolgono un ruolo fondamentale nel promuovere la donazione di sangue e organizzano regolarmente campagne di raccolta su tutto il territorio nazionale.

I requisiti per la donazione del sangue

I requisiti per donare il sangue sono diversi. È necessario avere tra i 18 e i 65 anni, pesare almeno 50 kg e godere di buona salute. Sono richiesti inoltre determinati livelli di pressione arteriosa e frequenza cardiaca e valori di emoglobina adeguati. È per questo motivo che ogni volontario viene sottoposto ad un emocromo ad ogni donazione.

Le donne possono donare sangue intero al massimo 2 volte l’anno, mentre per il plasma il limite è di 12 volte l’anno. È preferibile non donare durante il ciclo mestruale e la donazione è vietata durante la gravidanza e nei sei mesi successivi al parto o a un’interruzione di gravidanza.

Le tipologie di donazione del sangue

Esistono diverse tipologie di donazione di sangue:

  • Donazione di sangue intero: la donazione di sangue intero è la più comune e dura circa 15 minuti. Gli uomini possono donare ogni 3 mesi, mentre le donne in età fertile possono donare due volte l’anno;
  • Donazione di plasma: la donazione di plasma o plasmaferesi dura circa 50 minuti e può essere effettuata ogni 14 giorni. Questa procedura è essenziale non solo per le trasfusioni, ma anche per la produzione di medicinali plasmaderivati;
  • Donazione di piastrine: la donazione di piastrine o piastrinoaferesi dura circa un’ora e mezza e può essere effettuata fino a 6 volte l’anno. Le piastrine raccolte sono cruciali per il trattamento di pazienti con problemi di coagulazione del sangue.
  • Donazioni multiple: grazie ai separatori cellulari, è possibile effettuare donazioni multiple, combinando la donazione di plasma e globuli rossi (eritroplasmaferesi) o di globuli rossi e piastrine (eritropiastrinoaferesi).

La procedura per la donazione di sangue

La donazione di sangue si compone di diversi passaggi:

Il questionario

All’arrivo nel centro, l’aspirante donatore dovrà compilare un questionario medico, che sarà utilizzato dal medico selezionatore per valutare l’idoneità alla donazione. La raccolta di informazioni è fondamentale per garantire la sicurezza sia del donatore che del ricevente.

Il colloquio e le analisi

Dopo aver compilato il questionario, seguirà un colloquio con il medico per approfondire le risposte fornite. Successivamente, verranno effettuate analisi del sangue per escludere la presenza di infezioni come HIV, epatite B e C, e sifilide, oltre a determinare il gruppo sanguigno e i livelli di emoglobina.

2 - Be Sicily Mag

Donazione immediata o differita

A seconda delle politiche della struttura, si può procedere con una donazione immediata oppure essere convocato in un secondo momento per la donazione differita. Il meccanismo in questione permette di organizzare meglio le risorse e garantire la disponibilità del personale necessario.

Cosa fare dopo aver donato il sangue

Dopo aver donato il sangue, è importante osservare un periodo di riposo e ricevere un ristoro per riequilibrare l’idratazione. I donatori riceveranno anche informazioni sui comportamenti da tenere nel periodo successivo alla donazione.

1 1 - Be Sicily Mag

I donatori di sangue, se lavoratori dipendenti, hanno diritto a un permesso di lavoro retribuito per l’intera giornata della donazione.

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img