lunedì | 15 Luglio | 2024
MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
A contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo anche viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

ultimi articoli

Samuele Burgo campione d’Europa di canoa: “Una grande impresa, ora spero nelle Olimpiadi”

Il siracusano Samuele Burgo racconta a BE Sicily Mag la conquista dell'oro nel “K2 1000” con il palermitano Andrea Schera agli Europei di Canottaggio 2024 in Ungheria

MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
A contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo anche viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

I canoisti siciliani Samuele Burgo ed Andrea Schera, rispettivamente di Siracusa e Palermo, hanno vinto la medaglia d’oro nel “K2 1000” ai campionati Europei di Szeged, facendo segnare il nuovo record europeo dopo ben 30 anni di “digiuno” in questa specialità.

Un oro tutto siciliano con gli atleti del gruppo sportivo Fiamme Gialle che hanno superato la temibile concorrenza dell’Ungheria (in acqua con Szabo e Vajda) e della Francia (Carre e Hubert), giunte seconda e terza, tagliando per primi il traguardo con il fantastico tempo di 3:11.13 dopo una splendida progressione finale. I due atleti già in un passato non troppo lontano avevano dato spettacolo, come nel 2022, quando, a distanza di pochi giorni, riuscirono a conquistare l’argento ai Mondiali ed il bronzo ai campionati Europei.

Samuele Burgo, dopo l’oro spera nelle Olimpiadi

“È stata una grande impresa e per certi aspetti anche una vera e propria liberazione, visto che da trent’anni nessuno, in federazione, riusciva a vincere in questa specialità”, ha spiegato Samuele Burgo a BE Sicily Mag. “La nostra è una barca che, lo sapevamo, va molto bene e anche se abbiamo avuto soltanto una settimana per prepararci, siamo riusciti a fare il massimo e ad andare forte. I record in fin dei conti lasciano il tempo che trovano, rimane la grandissima soddisfazione per aver vinto qui, e, per quanto mi riguarda, una grande speranza, quella di andare alle Olimpiadi”.

A tal riguardo si saprà qualcosa in più il 30 giugno anche se le possibilità, per il ventiseienne di Siracusa, rimangono abbastanza alte essendo attualmente il primo degli esclusi. In vista delle cosiddette “riassegnazioni” che verranno fatte a livello internazionale sulla base di una serie di criteri e di conteggi vari, infatti, Samuele Burgo può ancora sperare e per questo, appena tornerà in Sicilia, dopo qualche giorno di meritato riposo, riprenderà ad allenarsi duramente. “Devo farmi trovare pronto, quindi ripartiremo quasi subito a lavorare con l’intento di fare sempre meglio”.

burgo e schera canottaggio - Be Sicily Mag

Niente da fare, invece, in chiave olimpica, per il canoista palermitano Andrea Schera, che, nonostante la grande soddisfazione per l’oro conquistato, si è detto dispiaciuto e più che mai determinato a provarci per l’appuntamento Los Angeles del 2028.

Italia quinta nel K4 1000, Samuele Burgo nono nella K1 1000

Tornando agli Europei di canottaggio appena giunti al termine, da segnalare, tra le altre prove degli atleti siciliani, quello della finale “K4 1000”, dove la squadra azzurra ha chiuso con un bel quinto posto: nell’occasione ancora Samuele Burgo e Andrea Schera, insieme a Francesco Lanciotti e Giovanni Penato, si sono resi protagonisti di una gran bella gara pur non riuscendo a centrare il podio.

Infine, nella distanza regina del “K1”, nei 1000, lo stesso Samuele Burgo ha chiuso al nono posto al termine di un Europeo che, come detto, rimane di altissimo livello e fa ben sperare in chiave olimpica. In relazione all’ultima gara disputata nelle acque di Szeged, quella che, appunto, lo ha visto chiudere nono, ha spiegato di essere stato nettamente sfavorito dal vento trovandosi a partire in prima corsia, ma di aver avuto delle sensazioni decisamente positive e di gran lunga migliori rispetto al mese scorso.

Elemento, quest’ultimo, che fa ben sperare in vista dei prossimi appuntamenti e che lascia a Samuele una sensazione di grande serenità e di soddisfazione anche alla luce di ciò che è riuscito a fare in Ungheria. 

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img