mercoledì | 17 Luglio | 2024

ultimi articoli

Baucina celebra i 400 anni dalla fondazione: uno spettacolo racconta la storia del borgo

Dal 5 all’8 luglio un ricco programma di appuntamenti a Baucina: di particolare interesse una serata con l’Orchestra Sinfonica Siciliana, le musiche di “Giacomo Cuticchio Ensemble”, i costumi del Teatro Massimo e la degustazione del Baucino, panino street food a base di prodotti locali

Baucina, borgo del palermitano noto soprattutto per la fervente devozione a Santa Fortunata, taglia il traguardo dei 400 anni della fondazione, avvenuta l’8 luglio del 1624. Una ricorrenza che il piccolo Comune, guidato dal sindaco Fortunato Basile, si appresta a celebrare con un articolato programma che racconta la storia, le tradizioni, l’ospitalità locale e le peculiarità del territorio. Elementi che, congiuntamente a una gastronomia di tutto rispetto e alla bellezza dell’edilizia di culto, collocano a buon diritto il borgo nel novero delle località potenzialmente più attrattive della provincia. 

Il sindaco Fortunato Basile presenta l’evento i 400 anni di Baucina

Le iniziative per il 400° anno della fondazione di Baucina prendono il via venerdì 5 luglio, con una Santa Messa solenne alla presenza di autorità civili e militari e l’affidamento, da parte del primo cittadino e della comunità, ai Santi Patroni Fortunata e Marco, in occasione dell’arrivo delle reliquie di Santa Rosalia, nel quattrocentesimo anniversario del ritrovamento. 

“Il calendario delle iniziative – spiega il primo cittadino Fortunato Basile – assume un significato rilevante: con i festeggiamenti per i quattrocento anni dalla fondazione di Baucina, l’amministrazione intende rilanciare il senso di appartenenza e di orgoglio della comunità. Tutte le iniziative – precisa – pur ricadenti in sfere culturali diverse, mirano a stimolare un sentimento rifondativo, volto a creare maggiore consapevolezza rispetto al ruolo fondamentale che i piccoli comuni ricoprono all’interno dell’area metropolitana”. 

Il programma

I festeggiamenti di Baucina, in programma fino a lunedì 8 luglio, entrano nel vivo sabato 6 con il concerto, a ingresso gratuito, dell’Orchestra Sinfonica Siciliana dedicato a Giacomo Puccini e a Nikolaj Andreevič Rimskij-Korsakov, diretto da Nicolò Umberto Foron. L’evento musicale, che rientra nell’ambito del cartellone estivo dell’Orchestra, si terrà in piazza Santa Fortunata. 

Ricchissima di iniziative la serata di domenica 7: tra i momenti più coinvolgenti, un cooking show con la preparazione e la successiva degustazione del Baucino, in programma alle 20:00. Si tratta di un panino a base di street food dal sapore molto identitario: gli ingredienti, infatti, sono rigorosamente prodotti locali. A prepararlo saranno gli chef Francesco Lelio e Giovanni Capizzi vincitori, di recente, del campionato italiano di street food di Rimini. 

Alle 22:00 sarà la volta del cabaret del duo Toti e Totino, nell’ambito della terza edizione del Festival della Risata baucinese che prevede anche gli spettacoli di cabaret di Giuseppe Castiglia il 21 luglio, di Ernesto Maria Ponte, Chris Clun e Simone Riccobono e i Soldi Spicci rispettivamente il 4, 11 e 25 agosto, stessa data della “Sagra del Grano – Baucina Street Food Fest” alla settima edizione. A conclusione, ancora intrattenimento con l’esibizione live de I Malarazza 100% Terrone, band folk rock progressive dell’entroterra isolano.  

Giornata clou delle celebrazioni sarà lunedì 8 luglio, data dell’anniversario di fondazione: l’amministrazione celebrerà la ricorrenza con una seduta solenne del Consiglio comunale. Ad allietare l’evento, la banda “Acam Francesco Mauro”, in giro per le vie del paese. La festa per i quattrocento anni proseguirà con eventi estivi di natura sportiva, culturale e ricreativa. 

Lo spettacolo teatrale su Baucina

Tra le iniziative di punta del calendario, figura lo spettacolo storico “Baucina 1624, dal Feudo al Principato”, che si terrà l’8 luglio alle 21:30 in piazza Santa Fortunata e che ripercorre le tappe principali della fondazione: a portarlo in scena, un gruppo di attori amatoriali, accompagnati dalla musica di “Giacomo Cuticchio Ensemble”. Un testo recitato in gran parte nella lingua dialettale, a testimonianza del forte legame della comunità baucinese con il passato. I costumi sono stati concessi in prestito dal Teatro Massimo di Palermo. A recitare nella parte del narratore sarà il sindaco che, già a partire dal prologo, illustrerà i primi elementi storici sulla nascita di Baucina, sebbene le notizie a disposizione non siano numerose. 

Il primo documento che attesta la nascita ufficiale del paese come centro abitato risale all’8 luglio 1624, anno in cui il principe Emanuele Filiberto di Savoia, allora viceré e capitano generale di Sicilia, concesse la “licentia habitandi”, con mero e misto imperio, al Marchese Marino III Migliaccio. In realtà, dall’analisi dei reperti archeologici ritrovati nelle aree del Monte Falcone e del Monte Carrozza, i due colli che sovrastano Baucina, è lecito ipotizzare  che il territorio fosse stato popolato già prima di quella data, come risulta dalla datazione delle testimonianze più antiche riconducibili all’età arcaica, classica ed ellenistica. 

Lo spettacolo racconterà la storia e lo sviluppo del territorio, con un finale affidato ai bambini e alla speranza che poggia sulla forza delle nuove generazioni: dal passato al presente, emblema di una comunità che, seppure tra tanti cambiamenti, non ha mai smarrito la propria anima, la vocazione rurale e il fervore religioso. 

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img