giovedì | 18 Luglio | 2024
MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
A contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo anche viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

ultimi articoli

Limone IGP di Siracusa, una campagna per promuovere un prodotto con caratteristiche uniche

Una strategia per aumentare i consumi del limone siracusano e promuoverlo a partire dall’Italia passando per la Polonia e la Romania

MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
A contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo anche viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

Zero spreco”, all’insegna della qualità ma anche della tradizione: ha preso il via “LemON”, la nuova campagna triennale d’informazione dedicata al limone IGP di Siracusa. Un’iniziativa che è stata promossa dal Consorzio di tutela del limone di Siracusa IGP, cofinanziata dall’Unione Europea e coordinata dal CSO Italy, il Centro servizi ortofrutticoli.

Le iniziative del progetto LemON

Alla base del progetto “LemON – Limone di Siracusa IGP: cattura l’essenza della Sicilia!”, che è rivolto all’Italia, alla Polonia e alla Romania, ci sono tantissimi appuntamenti. Il relativo piano di comunicazione integrata prevede infatti una serie di attività digitali (sia di carattere social che legate al marketing) ed una campagna televisiva internazionale.

Poi workshop e incontri rivolti ai buyer della grande distribuzione fino alla primavera del 2027 al fine di raggiungere ben 22 milioni di responsabili per l’acquisto in Italia e 11 milioni di giovani consumatori in Polonia e Romania (per un totale di quasi 34 milioni di persone).

Si punta inoltre a generare un aumento di consumi delle vendite aggiuntive di oltre 5 milioni di euro. Numeri davvero rilevanti che fanno di questa campagna la più imponente mai attuata per il prodotto alla base dell’alimentazione mediterranea, dalle caratteristiche uniche e spesso sottovalutato.

Il limone IGP di Siracusa: le caratteristiche

Il limone IGP di Siracusa è un agrume della specie botanica “citrus limon burm” e “cultivar femminello” che si diversifica nelle tipologie “primofiore”, “bianchetto” (o limone primaverile) e “verdello” (limone d’estate). Viene prodotto nei comuni della provincia siracusana a non oltre 10 chilometri dalla costa e fino ai 210 metri sul livello del mare, quindi prevalentemente a Siracusa, Avola, Melilli, Noto, Priolo, Floridia, Solarino, Augusta, Sortino e Rosolini.

La raccolta manuale si esegue in periodi diversi dell’anno: a partire dal primo ottobre il “primofiore” (caratterizzato da una pezzatura medio-grande, forma ellittica, buccia e polpa dal verde chiaro al giallo citrino e succo giallo citrino), dal primo aprile il “bianchetto” (più grande, ellittico o ovoidale, dalla buccia giallo chiaro, polpa gialla e succo giallo citrino) e dal primo giugno il “verdello” (medio-grande, di forma ellittico-sferoidale, buccia verde chiaro, con succo e polpa giallo citrino).

La storia della pianta e l’utilizzo del limone IGP di Siracusa

Giunta a Siracusa ben 2 mila anni fa dalla Birmania e trovando le condizioni ideali per il suo sviluppo, nel XVII secolo la pianta che dà vita ai limoni IGP ha iniziato a essere coltivata in maniera intensiva dai padri gesuiti, divenendo ben presto una delle principali fonti di sostentamento della zona, grazie anche alla creazione di varie aziende legate alla lavorazione del limone per ricavare l’agrocotto, il citrato di calcio e l’acido citrico. Il limone raccolto va conservato in frigorifero o in qualsiasi altro luogo fresco e asciutto dai 6 a 12 gradi.

Le caratteristiche del succo rendono il limone di Siracusa IGP un ingrediente che si lega a qualsiasi ricetta. Ideale per la preparazione dei dolci, la sua versatilità lo rende perfetto per la delicatezza del pesce, per la carne e le insalate; si usa anche nella preparazione dei tradizionali arancini al limone e zafferano. Quello locale, in generale, si distingue dagli altri tipi di limone per l’elevata succosità, la ricchezza di ghiandole oleifere nella buccia e l’alta qualità degli oli essenziali. È inoltre un ottimo dissetante, aromatico, ricchissimo di vitamina C e di sali minerali.

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img