giovedì | 18 Luglio | 2024
Silvia De Luca
Silvia De Luca
Formatasi tra Palermo e Tunisi, è laureata in Comunicazione pubblicitaria all'Università degli Studi di Palermo. La sua passione per il cinema e l’arte ha trovato spazio all'interno della redazione di BE Sicily Mag, con la quale è scoccato l’amore a prima vista nel marzo del 2024. Da allora avete letto le sue parole sul sito web di BE.

ultimi articoli

Da Sant’Erasmo al Foro Italiaco, il lungomare avanza a Palermo: al via un nuovo bando (VIDEO)

Completati i lavori di riqualificazione del tratto di lungomare che da Sant'Erasmo raggiunge la Cala e il Palermo Marina Yachting, ma la proficua collaborazione tra l'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale e il Comune di Palermo non si ferma qui: al via un nuovo concorso internazionale d'idee per diverse aree d'intervento

Silvia De Luca
Silvia De Luca
Formatasi tra Palermo e Tunisi, è laureata in Comunicazione pubblicitaria all'Università degli Studi di Palermo. La sua passione per il cinema e l’arte ha trovato spazio all'interno della redazione di BE Sicily Mag, con la quale è scoccato l’amore a prima vista nel marzo del 2024. Da allora avete letto le sue parole sul sito web di BE.

Il molo di Sant’Erasmo e il Foro Italico di Palermo tornano a unirsi grazie al nuovo traguardo raggiunto dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale in collaborazione con il Comune di Palermo e l’Assessorato all’urbanistica della città. È stato ufficialmente presentato alla cittadinanza il tratto di lungomare che da Sant’Erasmo raggiunge la Cala e il Palermo Marina Yachting, completo di nuova pavimentazione, panchine, siepi, alberi e lampioni. Un luogo, con un’immancabile vista sul mare, pensato per accogliere i visitatori di tutte le età.

Da Sant’Erasmo al Foro Italico, la passeggiata sul lungomare di Palermo

Dopo un’importante opera di valorizzazione, è stata completata la passeggiata che da Sant’Erasmo conduce al Foro Italico di Palermo con un intervento di ripavimentazione e di riconfigurazione dell’area, tramite la creazione di un belvedere con vista sul mare e una lunga seduta. “Il waterfront di Palermo è un luogo unico e siamo felici di poter restituire alla città un’altra porzione di mare”, ha dichiarato ai microfoni di BE Sicily Mag il Presidente dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale, Pasqualino Monti.

“Oggi – ha continuato – i cittadini e chiunque visiti la città, possono godere di una lunga passeggiata guardando il mare dalla Cala fino a giungere al Palermo Marina Yachting, attraversando posti riqualificati, illuminati e non più abbandonati e insicuri. Palermo ha guadagnato così un luogo di svago e di attività creative e sportive a disposizione di tutti. Questo prolungamento della passeggiata di Sant’Erasmo rappresenta ancora una volta l’idea di sviluppo portuale che l’AdSP porta avanti, facendo coesistere sviluppo dei traffici portuali e sostenibilità ambientale e sociale”.

La stessa coesione esiste anche tra l’Autorità di Sistema Portuale e le istituzioni cittadine che, ancora una volta, hanno unito le forze, concretizzando un importante progetto di riqualificazione. Lo spiega a BE Sicily Mag il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, annunciando “la sottoscrizione di un accordo che prevede ulteriori momenti di collaborazione, di condivisione e di cofinanziamento delle iniziative riguardanti un nuovo progetto di idee per il parco a mare del Foro Italico e per il completamento del waterfront sul versante della via Crispi che regola l’interfaccia tra il porto e la città”.

Buone notizie anche per la Costa Sud, che nel corso dei prossimi mesi sarà protagonista di tantissime attività di riqualificazione: “Dopo il waterfront centrale adesso tocca proseguire verso Nord e verso Sud – dichiara l’Assessore alla riqualificazione urbana, Maurizio Carta che aggiunge – l’idea è quella di portare la stessa bellezza e la stessa attrattività anche verso la Costa Sud e la Costa Nord insieme alle borgate balneari di Acquasanta, Vergine Maria, Mondello, Arenella e Sferracavallo”.

Il bando

La soddisfazione per un lavoro terminato lascia subito il posto a nuovi obiettivi, ovvero alla progettazione di un insieme di opere che cambieranno in modo significativo l’aspetto e le funzionalità degli spazi. L’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale e il Comune di Palermo hanno, infatti, firmato un accordo operativo, che deriva dall’accordo quadro siglato lo scorso 11 novembre del 2022, in cui si individuavano gli ambiti di intervento di comune interesse in modo da disciplinare congiuntamente i lavori per la rigenerazione urbana del waterfront e migliorare le connessioni dell’interfaccia che lega la città e il porto.

È in questo modo che prende il via un concorso internazionale d’idee che porterà alla progettazione e alla realizzazione dell’opera e che modificherà l’ingresso in porto sulla via Crispi, per la riqualificazione del Foro Italico e delle aree di interfaccia città-porto, attraverso il quale individuare il miglior progetto, che dovrà coordinarsi sia con lotti del waterfront già in fase di realizzazione sia con gli interventi previsti dal Comune per alcune aree.

Sono tre le principali aree di intervento previste nel piano complessivo. Il primo migliorerà lo spazio limitrofo al porto commerciale di Palermo (via Francesco Crispi e via dell’Arsenale) con un conseguente miglioramento della viabilità attraverso, ad esempio, la realizzazione della passerella pedonale di collegamento tra la nuova interfaccia città-porto e la via Emerico Amari per migliorare l’accessibilità dei passeggeri alla città e agevolare il traffico lungo via Crispi e poi la realizzazione della rotonda stradale lungo via Crispi; il secondo riguarda l’interfaccia urbana del Foro Italico, la parte del porto coincidente con il molo di protezione del porto storico della Cala, il molo sud, la foce del fiume Oreto e una porzione della costa sud fino all’edificio storico dello Stand Florio come punto di delimitazione; il terzo riguarda la valorizzazione degli immobili ex Tirrenia, lungo via dell’Arsenale, dove si intende realizzare un “innovation hub”, secondo un progetto redatto dall’AdSP con risorse che il Comune dovrà individuare.

Il nuovo bando sarà pubblicato entro la metà luglio e stabilirà una graduatoria di merito, con la distribuzione di un montepremi che ammonta complessivamente a 185 mila euro.

Condividi questo articolo sui tuoi social...
-- Pubblicità --

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img