spot_img
venerdì | 23 Febbraio | 2024

ultimi articoli

Longho: gli errori da non fare nella scelta del divano

Protagonista assoluto della zona living, simbolo di comfort, benessere e convivialità. Il divano è uno degli elementi principali delle abitazioni moderne e per questo è fondamentale sceglierlo con cura, privilegiando il giusto mix tra estetica, funzionalità e comodità, evitando scelte sbagliate. Ecco i consigli di Longho.

I Consigli di Longho

In considerazione del suo impatto nell’ambiente domestico, in particolare dal punto di vista volumetrico, questo arredo va selezionato tenendo in considerazione almeno quattro parametri essenziali.

Non dimenticate mai di valutare: le dimensioni della stanza e l’effettivo ingombro del modello che vorreste acquistare, tenendo a mente anche la possibilità di eventuali riposizionamenti; le prestazioni offerte, specie nel lungo periodo, dal rivestimento; la presenza di dotazioni aggiuntive, come letto a scomparsa, ripiani e mensole da applicare o aprire solo quando occorre; lo stile dell’abitazione.

Ecco quindi qualche consiglio che potrà essere d’aiuto nella scelta e gli errori da non fare.

  • Dimensioni non proporzionate all’ambiente

Uno degli errori più comuni nella scelta del divano è quello di non valutare quanto spazio si ha a disposizione e non prendere le misure massime che può occupare. In un ambiente open space meno esteso, un divano può costituire anche un elemento di divisione tra l’angolo della cucina e il living. Le misure sono importanti anche per capire che modello si potrà considerare: se non si ha spazio per un quattro posti, magari si potrà valutare un divano a L che crei un angolo relax.

  • Diverso stile di arredamento

Un’altro errore frequente nella scelta del divano è non prendere in considerazione lo stile della stanza, ma anche dell’abitazione. Esistono molti stili tra cui scegliere, ma bisogna fare attenzione a non tralasciare gli elementi già presenti nell’ambiente ed evitare che si crei un accostamento stonato con un tavolo o un altro complemento d’arredo. Potrebbe piacere uno stile moderno, ma se la casa ha mobili in stile classico potrebbe non adattarsi, la stessa cosa può valere al contrario.

  • Colori e stampe troppo vivaci

Il divano è un arredo estremamente importante del living e, soprattutto, di forte impatto quando si entra nella stanza.
L’essere umano è istintivamente attratto da colori vivi e accesi e da fantasie particolarmente allegre ma nella scelta del divano è sconsigliabile sceglierlo in base alla tinta che più rispecchia il proprio gusto o la propria personalità. Bisogna infatti valutare le cromie già presenti nella stanza in cui verrà posizionato e orientarsi su tinte che si abbinano perfettamente all’arredo. Qualche scelta più azzardata può essere comunque fatta ma deve essere ben valutata e studiata per non rischiare di avere una stanza dall’aspetto confusionale.
Inoltre, i colori molto accesi, alla lunga, possono stancare a tal punto di dover cambiare il divano prima della sua durata media. La scelta migliore sono le cromie semplici e neutre che si abbinano quasi sempre molto bene con l’ambiente e magari giocare e divertirsi con cuscini eccentrici e super colorati, considerando sempre i giusti abbinamenti.

In un soggiorno piccolo e con poca luce, meglio inserire un divano con rivestimenti chiari. Nei living ampi è anche possibile optare per i colori scuri, in grado di attribuire una maggiore prestigio e imponenza, adattandosi al meglio agli spazi.

I livelli di personalizzazione sono comunque molteplici, l’importante è valutare con attenzione gli abbinamenti dei colori con tappeti, cuscini, tendaggi, lampade ed altri accessori. Il colore del divano deve essere perfettamente coordinato all’ambiente che lo circonda.

  • Mancata valutazione del suo utilizzo

Un aspetto fondamentale nella scelta del divano è infatti considerarne la funzionalità. Ogni sera vi piace sdraiarvi sul divano per gustare in relax le serie tv preferite? Allora meglio scegliere un divano comodo e ampio magari con pouf e schienale alto. Viceversa se il divano è destinato ad una zona di rappresentanza, è bene prendere in considerazione un divano che implichi una postura più formale, meglio evitare pertanto sedute relax e chaise lounge, preferibili invece per ambienti informali e intimi.

Il rivestimento in pelle pregiata vi è sempre piaciuto ma avete 2 cani, 1 gatto e 3 figli piccoli? Meglio un divano letto per amici e parenti oppure un divano angolare con Chaise Longue che si adatta ai più ampi spazi della camera? Ecco, la scelta di qualsiasi modello deve tenere conto delle esigenze personali di ognuno.

Chiarirsi le idee sulla destinazione d’uso rappresenta uno dei passaggi più importanti nell’acquisto del divano: ad ogni necessità corrisponde una tipologia appropriata.

  • Scelta di tessuti troppo delicati

Un rivestimento in pelle o tessuto? Meglio il cotone oppure il lino? Come lavare? Ecco alcune domande da porsi nella scelta del divano, spesso sottovalutate al momento dell’acquisto.

Per evitare errori, la scelta del divano si fa in base ai componenti del nucleo familiare, oltre alla presenza di animali domestici o meno. I divani in tessuto, ad esempio in lino o cotone, vantano maggiore praticità d’uso nonché una vasta gamma di colore su cui optare. Essendo idrorepellenti posso essere lavati con regolarità senza preoccuparsi di rovinare il tessuto, divenendo un componente d’arredo ottimo se si hanno bambini. I divani in pelle, invece, hanno un impatto visivo di tutto rispetto, ma sono particolarmente delicati e poco indicati se si hanno animali domestici. Inoltre, bisogna prodigarsi ad una manutenzione costante, quindi possono rivelarsi un’ottima scelta per i single o per le coppie senza bambini.

Se questo contenuto ti è piaciuto, segui il nostro blog o i nostri canali social: FacebookInstagram

Condividi questo articolo sui tuoi social...

Latest Posts

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img