sabato | 20 Aprile | 2024

ultimi articoli

Vita da attrice: un provino tutto da ridere (e piangere) con Rossella Leone

Dopo il tour dell’estate scorsa nei teatri siciliani e al Teatro Agricantus di Palermo, “Vita da Attrice” di Rossella Leone torna al Teatro Jolly venerdì 8 marzo, proprio in occasione della giornata internazionale della donna. L’appuntamento è alle 21.00. Pronti ad uno spettacolo tutto da ridere (e piangere)? 

Immaginate di essere un’attrice, un mestiere complesso e che non sempre ispira stabilità. Passa il tempo, le speranze aumentano e finalmente arriva un provino. Ma non uno qualsiasi, dato che il regista è il vostro preferito. Insomma, è il provino della vita. Ma la quotidianità non si ferma per questo e continua ad essere frenetica: ogni giornata è un caos infinito, tra lavoro, casa e famiglia. È questa la storia di “Vita da attrice”.

A raccontarla è la protagonista Rossella Leone, pugliese di origini ma siciliana d’adozione, già nota nel mondo del cinema per essere stata nel cast di film del calibro di “Anche se è amore non si vede” di Ficarra e Picone e “Spaccaossa ” di Vincenzo Pirrotta. Adesso si cimenta in un vero e proprio one woman show, in cui non mancano momenti di puro divertimento, ma anche altri di vera riflessione. Ci si interroga su cosa significhi cercare di realizzarsi professionalmente, senza perdere di vista la vita privata e i mille impegni che ne derivano. 

Vita da attrice, regia di Giulia Galati: uno spettacolo scritto da Rossella Leone e Giulia Galati 

Lo spettacolo, a tratti autobiografico, è stato scritto da Rossella Leone insieme a Giulia Galati. Anche la regia è firmata da quest’ultima. 

Il pubblico viene coinvolto in un mix di emozioni: dalle risate scatenate dalle gag comiche, fino alle lacrime suscitate dai momenti più toccanti. La fragilità e la forza delle donne sono centrali nello show, e non mancano di certo le sorprese! 

rossella leone - Be Sicily Mag
Vita da attrice: un provino tutto da ridere (e piangere) con Rossella Leone 2

Rossella Leone: in Vita da Attrice c’è un po’ di tutte noi donne 

“In Vita da Attrice non ci sono solo io, c’è un po’ di tutte le donne – racconta Rossella Leone a Be Sicily Mag – Abbiamo scelto di esibirci l’8 marzo, la giornata della festa delle donne, e questa volta non raccontiamo di vite spezzate, ma di vite che guardano avanti e hanno dei sogni”, ha affermato. 

E i sogni, per Rossella, sono importanti: “La donna è, nonostante il pregiudizio atavico per cui viene considerata inferiore all’uomo, colei che ha il compito di far quadrare tutto, non far mancare nulla alle persone che ama. E se la donna deve fare questo, deve per forza rinunciare ai suoi sogni? Io non so se l’ho capito, ma ho trovato un equilibrio. E avere dei sogni è fondamentale, sono quelli che ti scaldano il cuore nei momenti più bui, quando si è inondati dalle cose da fare e non si sa neppure da dove iniziare. Il sogno è lì, e un giorno potrai realizzarlo”, continua. 

Rossella Leone, il suo sogno, l’ha inseguito sin da giovanissima: “I miei genitori volevano che diventassi commercialista, così da entrare a far parte dell’azienda di famiglia, quindi mi iscrissero a Economia e Commercio. Io, dopo diritto privato, che avevo amato e trovato abbastanza facile, scappai a Giurisprudenza, perché con i numeri non sono mai andata d’accordo”. Anche quello però, non era il suo destino. “Io sognavo il teatro, e per questo, iniziai a fare la lavapiatti in un tempio del cabaret di Trani, dove si esibivano attori e artisti, anche di Palermo”. Com’è andata a finire lo possiamo immaginare, ora che è un’attrice affermata. Il sogno di quella giovane Rossella continua a realizzarsi. 

La sua compagna in questo viaggio teatrale è Giulia Galati: “E’ autrice di altri testi teatrali, ha visto in scena Vespertino, Terranova e adesso anche me. Abbiamo sposato insieme “Vita da Attrice” proprio perché lei è mamma, moglie, avvocato in carriera e scrive spettacoli. Ha anche vinto dei premi per i suoi corti. Il suo sogno, che porta accanto al cuore, è quello di girare il suo primo lungometraggio. Quindi, perché no?”, conclude la Leone. 

Condividi questo articolo sui tuoi social...

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img