martedì | 28 Maggio | 2024
MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
Nato in terra veneziana nel 1978 ma siciliano da sempre, a contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo tantissimo viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

ultimi articoli

Igor Mitoraj, inaugurata la mostra al parco della Neapolis a Siracusa

È stata inaugurata, tra musica e spettacoli, la mostra “Lo sguardo, humanitas e physis” di Igor Mitoraj al parco della Neapolis di Siracusa, visitabile fino a ottobre 2025

MARCO PETROLITO
MARCO PETROLITO
Nato in terra veneziana nel 1978 ma siciliano da sempre, a contraddistinguermi è la passione per la musica e l'arte. Ma amo tantissimo viaggiare ed il buon cibo. E vivo di sport. Giornalista da quasi 20 anni per provare a raccontare e a trasmettere, con la scrittura, le emozioni legate al mio mondo.

L’imponenza del Teseo screpolato sull’Etna, a quota 1700 metri, l’affascinante ed alato Ikaria a far bella mostra di sè al Maniace, di fronte al mare, ed altre 25 grandi sculture di Igor Mitoraj accuratamente adagiate sullo sfondo del parco della Neapolis di Siracusa hanno ufficialmente dato il via, dopo la cerimonia inaugurale di martedì sera, a “Lo sguardo, humanitas e physis”. È la più grande rassegna a cielo aperto mai realizzata con le opere dello scultore polacco.

La cerimonia d’apertura di “Lo sguardo, humanitas e physis” con lo spettacolo di Gisella Calì

A segnare, nel tardo pomeriggio di martedì, l’inaugurazione della mostra “Lo sguardo, humanitas e physis”, sono state le performances musicali e i balli di decine di artisti che si sono esibiti, nella location del parco archeologico siracusano, con un originale spettacolo dedicato al mito di Icaro della regista Gisella Calì e le melodie inedite di Lello Analfino.

L’elegante cerimonia si è svolta alla presenza di numerose personalità di spicco del panorama politico e culturale siciliano, entusiasti per ciò che andrà a rappresenta la rassegna in un “contesto così importante situato al centro del Mediterraneo” come quello del parco archeologico di Siracusa. Presenti, tra gli altri, il direttore del sito Carmelo Bennardo, il curatore della mostra, Luca Pizzi, ed il direttore culturale Roberto Grossi

Lo stile delle opere di Mitoraj

Tutte le opere esposte di Mitoraj, come hanno tenuto a sottolineare gli organizzatori del grande evento, si integrano alla perfezione con i luoghi che le accolgono. Sono state realizzate tutte tra il 1993 ed il 2014, utilizzando materiali come bronzo, ghisa, travertino e resina. Alcune di esse erano già state “viste” in Sicilia, nello specifico ad Agrigento, nel 2011, ma anche a Noto e a Piazza Armerina, nel 2021.

La poetica e lo stile espressivo surrealista di Mitoraj mostrano una certa armonia e continuità sia con i modelli classici caratterizzanti il parco archeologico che con la natura incontaminata ed il verde dell’area. Il brillante scultore e pittore scomparso a Parigi all’età di 70 anni, nel 2014, è noto per aver rappresentato in maniera drammatica la fragilità dell’uomo contemporaneo: elementi, questi, che spiccano in tutte le opere esposte facenti parte della rassegna.

Come visitare la mostra di Mitoraj a Siracusa: previsto boom di visitatori

È proprio nel parco della Neapolis di Siracusa che, secondo le previsioni, saranno visitate da centinaia di migliaia di persone già a partire da quest’estate per “Lo sguardo, humanitas e physis” di Mitoraj. Le creazioni resteranno in Sicilia per molto tempo, precisamente fino alla fine del mese di ottobre del 2025.

È la prima volta che una mostra realizzata all’interno dell’area archeologica della Neapolis potrà essere visitata con lo stesso biglietto d’ingresso del parco, al costo di 16,50 euro. L’esposizione è aperta ogni giorno dalle 8.30 alle 19,30, mentre l’acquisto dei biglietti potrà essere effettuato all’ingresso del sito e sarà consentito fino alle 18.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

RIMANIAMOIN CONTATTO

Ricevi tutte le news di Be Sicily Mag

Subscription Form (#3)

spot_img