sabato | 13 Aprile | 2024

ultimi articoli

Calzini spaiati su tacco 12, mostra alla Galleria d’Arte Zancle Art Project di Messina

Alla Galleria d'Arte Zancle Art Project di Messina, in mostra Pupi Fuschi e Vania Elettra Tam con Calzini Spaiati su tacco 12

Il 23 marzo alle 18.00 si svolgerà l’inaugurazione della mostra Calzini spaiati su tacco 12 (gender irony), alla Galleria d’Arte Zancle Art Project di Messina, in via Legnano 32. È qui che saranno visibili, fino al 27 aprile, le opere di Vania Elettra Tam e Pupi Fuschi, con il testo critico di Mariateresa Zagone.

La mostra, patrocinata dalla Fondazione Antonio Presti, dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Messina e dalla Fondazione Architetti nel Mediterraneo di Messina, rappresenta una nuova ed entusiasmante tappa del progetto “ZAP” con l’obiettivo di portare in città la ricerca più attuale, mirando ad inserire Messina nella cartina geografica dell’arte contemporanea italiana. L’appuntamento è dal lunedì al sabato dalle 16:30 alle 20:00.

Calzini spaiati su tacco 12 (gender irony): una mostra per liberarsi dal pregiudizio

Le opere della mostra Calzini spaiati su tacco 12 (gender irony) sono pervase da una vena giocosa ed ironica e restituiscono una visione leggera dei ruoli di genere fissi e delle gabbie che con l’accettazione acritica di essi ci si costruisce. Alla Zancle Art Project si controverte l’assioma acclarato che le donne non siano ironiche, dimostrando come sappiano invece guardare con leggero distacco, con un sorriso libero da sarcasmo, a sè stesse e all’altro sesso. Chiara è la critica della trasformazione sociale in atto, attraverso una rivisitazione radicale e ironica della mascolinità egoica e della femminilità isterica.

calzinispaiati 2 - Be Sicily Mag

Pupi Fuschi e Vania Elettra Tam, chi sono le artiste?

Le artiste che vanno in mostra con Calzini Spaiati tacco 12, sono Pupi Fuschi e Vania Elettra Tam.

Pupi Fuschi nasce a Palermo nel 1970, dove vive e lavora. Il suo è un nome d’arte, scelto all’inizio della carriera, che fonde il suo soprannome da bambina e il cognome della madre. Consegue la laurea in pittura presso l’Accademia di Belle Arti della sua città nel 1997, dopo aver acquisito esperienze nel restauro pittorico, nel design e nell’illustrazione, dal 2009 si dedica principalmente alla pittura. Ha al suo attivo diverse esposizioni in gallerie nazionali ed estere, collaborazioni periodiche con Istituti di cultura Italiana ed è presente in importanti collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero. E’ rappresentata a Budapest dalla galleria Ari Kupsus e a Palermo dalla Galleria Interno 65.

Vania Elettra Tam nasce a Como nel 1968, si forma artisticamente a Milano, e oggi vive a Mantova. Fra le mostre più significative ricordiamo la sua partecipazione alla 54° Biennale di Venezia – Padiglione Italia diffuso a Palazzo Te di Mantova; “Arte italiana dagli anni Ottanta agli anni Zero” a San Carpoforo a Milano a cura di Edoardo di Mauro; “Canone Doppio” prima a The Project Gallery di Atene, poi al Museo Riso di Palermo a cura di Francesco Piazza. Ha anche realizzato lo stendardo per il Palio di Montagnana 2019, esposto all’interno della sua personale allestita a Castel San Zeno.

Condividi questo articolo sui tuoi social...

ULTIMI ARTICOLI

consigliato da be

non perderti

spot_img